Coronavirus, gli uffici postali aperti a Latina. Modalità di pagamento delle pensioni di aprile

Accreditate il 26 marzo con ritiro possibile da oltre 7000 Postamat. Prevista una turnazione in ordine alfabetico per coloro che devono recarsi negli uffici postali per il ritiro in contante sarà effettuata una turnazione in ordine alfabetico

Misure straordinarie sono state adottate anche da Poste Italiane per contribuire a contrastare la diffusione del nuovo coronavirus.

Per questo le pensioni del mese di aprile verranno accreditate il 26 marzo per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre 7.000 ATM Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello; mentre coloro che non possono evitare di ritirare la pensione in contanti nell’ufficio postale, dovranno presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal calendario seguente:
I cognomi dalla A alla B giovedì 26 marzo
                 dalla C alla D venerdì 27 marzo 
                 dalla E alla K la mattina di sabato 28 marzo         
                dalla L alla O lunedì 30 marzo 
                dalla P alla R martedì 31 marzo
                dalla S alla Z mercoledì 1 aprile.

“Nell’attuale emergenza sanitaria, le nuove modalità di pagamento delle pensioni hanno carattere precauzionale e sono state introdotte con l’obiettivo prioritario di garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti” spiegano da Poste Italiane. “In questa fase, ciascuno è pertanto invitato ad entrare negli uffici postali esclusivamente per il compimento di operazioni essenziali e indifferibili, in ogni caso avendo cura, ove possibile, di indossare dispositivi di protezione personale; di entrare in ufficio solo all’uscita dei clienti precedenti; tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno degli uffici che nelle sale aperte al pubblico”.

Uffici postali provincia con i giorni di apertura

Uffici Postali aperti tutti i giorni con turno di mattina: Aprilia, Aprilia1, Cisterna, Fondi, Formia, Latina 2, Latina Centro, Latina Stazione, Terracina, Terracina 1. 
Uffici Postali aperti Lunedì, Mercoledì e Venerdì con turno di mattina: Borgo Montello, Borgo Podgora, Borgo San Michele, Campoleone, Castelforte, Castellonorato, Cori, Doganella di Ninfa, Formia 2, Gaeta, Grunuovo di Ss Cosma e Damiano, Itri, Latina 1, Latina 4, Le Castella, Lenola, Maenza, Marina di Minturno, Minturno, Monte San Biagio, Norma, Pontinia, Ponza, Priverno, Rocca Massima, Roccagorga, Roccasecca dei Volsci, Sabaudia, San Felice Circeo, Sezze, Sonnino, Sperlonga, Spigno Saturnia, Ventotene. 
Uffici Postali aperti Martedì, Giovedì e Sabato con turno di mattina: Bassiano, Borgo Montenero, Borgo Sabotino, Borgo Vodice, Campoverde, Ceriara, Gaeta 1, Giulianello, Latina 6, Monticchio, Prossedi, San Lorenzo Ss Cosma e Damiano, San Magno di Fondi, Scauri, Sezze Stazione. 
Uffici postali chiusi: Abbazia di Fossanvoa, Aprilia 2, Borgo Bainsizza, Borgo Carso, Borgo Faiti, Borgo Flora, Borgo Grappa, Borgo Hermada, Borgo Piave, Borgo San Donato, Campo di Carne, Colli di Suso, Cori 1, Fondi 1.

I comportamenti da tenere per l'accesso negli uffici postali

coronavirus_comportamenti_poste-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • Coronavirus, l’appello: “Chiudere negozi alimentari e supermercati a Pasqua e Pasquetta”

Torna su
LatinaToday è in caricamento