Latina è ripartita, ora si pensa al mare. Il sindaco: "Le spiagge libere vanno presidiate"

Un dilemma non ancora risolto. Il primo cittadino fa il punto dopo la riapertura del 18 maggio

Un aggiornamento sulla fase 2 del coronavirus: zero nuovi casi in provincia secondo il bollettino Asl del 19 maggio. Parte da qui il sindaco di Latina Damiano Coletta nel suo appuntamento in diretta con i cittadini per fare il punto della situazione, in una settimana importante anche per la città di Latina. "E' iniziata una fase 2 bis dal 18 maggio, dobbiamo manetnere senso di responsabilità che deve essere 90% rispetto ai controlli. I controlli ci sono ma non possiamo essere in grado di presidiare il territorio h24. E' importante che ognuno sappia autoregolarsi. Le prescrizioni sono ormai definite, ce ne saranno altre ma resta la regola fondamentale della distanza.

Fase 2, la riapertura degli stabilimenti 

Le novità. Coletta anticipa l'ordinanza che la regione Lazio ha poi pubblicato dopo il videomessaggio: la stagione balneare riparte il 29 maggio. "Potranno riaprire gli stabilimenti che dovranno essere pronti per garantire le norme di sorveglianza, 10 metri quadrati per ogni ombrellone, un metro e mezzo di distanza, tracciabilità delle persone, prenotazione. Spetta poi ai Comuni gestire le spiagge libere. Ci siamo riuniti più volte con altri colleghi sindaci per cercare una soluzione il più possibile omogenea. Si deve presidiare tutto lo spazio della spiaggia libera altrimenti si chiude. Presidiarla significa garantire un ingresso contingentato perché lo spazio deve essere occupato garantendo un distanziamento". A quando dunque l'accesso alle spiagge libere? Un dilemma in realtà non ancora risolto. "Dobbiamo governarlo - dice il sindaco rispondendo a una domanda di un cittadino - noi ce la metteremo tutta per essere pronti il 29 maggio, ma non penso che ci riusciremo prima di giugno. Capisco che è un diritto sacrosanto ma resta il problema della sorveglianza. Pensiamo a un bando per affidare le spiagge alle associazioni, ma anche questo richiede i suoi tempi". 

Latina è ripartita, "in bocca al lupo agli esercenti"

Il 18 intanto hanno riaperto i negozi, una giornata "storica", come dice il sindaco. "Abbiamo riacquisito il piacere di bere un caffè al bar e da quello che ho visto c'è stata una situazione disciplicnata, ho visto anche file ai negozi ma molto ordinate. Ora avremo prove successive, inizierà l'attività dei pub e faccio un appello ai ragazzi: rispettare le distanze". Proprio ieri la riapertura anche di tutti gli stand del mercato del martedì, anche in questo caso con un'affluenza disciplinata e rispettosa delle regole. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

Torna su
LatinaToday è in caricamento