Una studentessa del Liceo Grassi vince una borsa di studio per andare in Gran Bretagna

Si chiama Giulia Sacco ed è risultata vincitrice del riconoscimento messo a disposizione da Wep, l'organizzazione internazionale che promuove scambi culturali e linguistici nel mondo

Anche quest’anno Wep, l'organizzazione internazionale che promuove scambi culturali e linguistici nel mondo, offre agli studenti più meritevoli una borsa di studio per il programma scolastico all’estero. Il contributo, del valore di 1.000 euro, è pensato per premiarli del lavoro svolto durante l’anno e per agevolarli nell’accesso ai programmi scolastici. Una studentessa del Liceo Scientifico Grassi di Latina, Giulia Sacco, è risultata vincitrice di una delle borse di studio messe a disposizione da Wep e trascorrerà quindi un semestre di studio all'estero. Un contributo che Giulia sfrutterà per andare in Gran Bretagna.

La giovane studentessa del Liceo di Latina è stata scelta in base all’esito di un colloquio di selezione, per le motivazioni e la predisposizione che ha mostrato verso l’esperienza, l’accuratezza, la puntualità della compilazione del dossier di partecipazione e la competenza linguistica. 

Come lei, ogni anno oltre 1.200 ragazzi vivono l’esperienza dello scambio culturale con Wep. Trascorrendo infatti un periodo di tempo all'estero gli studenti hanno l’opportunità di migliorare la conoscenza di una lingua straniera e di vivere per un anno, un semestre o un trimestre all’estero, a stretto contatto con una cultura diversa dalla loro. Per tutta la durata del soggiorno, infatti, i ragazzi vengono ospitati da una famiglia e seguono i corsi in una scuola locale. I programmi High School diventano l’occasione perfetta per conoscere gli usi, i costumi e le abitudini di un paese diverso dal proprio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

Torna su
LatinaToday è in caricamento