Lotteria Italia: Lazio e Roma primi per numero di biglietti, ma le vendite calano

Il numero di tagliandi acquistati diminuisce di oltre il 18% nella provincia pontina

È ancora il Lazio la regione dove sono stati venduti più biglietti della Lotteria Italia, con circa 1,4 milioni di tagliandi (precisamente 1.398.120), il 20% del totale nazionale. Complessivamente il dato regionale delle vendite della Lotteria Italia 2010 registra un calo del 14,8%.  Non ha evidentemente giovato alla Lotteria l'eliminazione del Gratta e Vinci che fino allo scorso anno compariva sul biglietto e garantiva una possibilità di vincita immediata, al costo complessivo di 5 euro.

Quest'anno il prezzo è rimasto immutato e il mancato appeal del “grattino”, prodotto di successo radicato nelle abitudini degli italiani, ha finito per penalizzare la vendita. Tra le singole province, riferisce Agipronews, emerge il dato di Roma, prima in Italia per vendite con 1 milione di biglietti, ma anche in questo caso il totale segna un 14,3% di decremento rispetto allo scorso anno. Segno meno anche per le altre province del Lazio: Rieti (45.690 tagliandi, -20,8%), Frosinone (153.090, -16,1%), Latina (44.870, -18,5%) e Viterbo (59.230, -12,1%).

Roma si conferma comunque “Capitale della Lotteria”. Unica altra regione sopra il milione di biglietti venduti, anche per questa edizione, è la Lombardia: circa 1,2 milioni (il 16,8% del totale nazionale) il 20,2% in meno rispetto a un anno fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento