Primo compleanno per “Martina e la sua Luna”: festa speciale e due belle sorprese

La serata per celebrare il primo anno dell’associazione nata in ricordo di Martina Natale, la ragazza di Latina prematuramente scomparsa il 12 giugno del 2018

Traguardo importante per la onlus “Martina e la sua Luna” che ha spento la sua prima candelina. C’è stata domenica 15 settembre, nella cornice delle Tenuta Rosato a Borgo Bainsizza, la festa per il primo compleanno della onlus nata in ricordo di Martina Natale, la ragazza di Latina prematuramente scomparsa il 12 giugno del 2018. Una serata speciale quella organizzata dall'associazione che ha visto protagonisti il musicista, chitarrista, Giandomenico Anellino, Daniele Si Nasce, l’interprete tribute band sosia di Renato Zero e l’attore, imitatore e comico Gianfranco Butinar che ha vestito anche gli abiti del presentatore. Gli artisti si sono alternati sul palco regalando momenti di bravura e grandi risate.

Ma ci sono state anche due belle sorprese durante la serata. La prima è stata l’esibizione di Maiquel Ely, uno straordinario musicista di strada da cui Martina era rimasta folgorata durante il suo ultimo viaggio, a Dublino, solo pochi giorni prima del suo volo in cielo. La famiglia di Martina in seguito gli aveva scritto, lui si era dimostrato subito enormemente colpito e commosso. Per la serata della nascita della onlus dello scorso anno, Maiquel aveva inviato un video contributo molto commovente e quest’anno ha voluto esserci personalmente, e il suo regalo è stato l’esibizione di tre pezzi che rimarranno per un po’ nei cuori dei presenti. L’altra sorpresa è stata il lancio dei palloncini luminosi, a conclusione della serata, a cui erano stati attaccati decine e decine di bigliettini su cui ognuno aveva scritto un proprio pensiero da far volare più in alto possibile, fino alla luna.

Tante le persone che domenica hanno voluto essere presenti e che si sono stretti alla onlus per festeggiare insieme questo compleanno che arriva a coronamento di un anno in cui molti obiettivi sono state realizzati: gite allo Zoomarine, magliette di calciatori donate, viaggi-cura “più confortevoli”, spettacoli di circo molto speciali, giochi e altre forme di sostegno, più che ai bambini malati oncologici, alle loro famiglie che troppo spesso, in queste difficilissime situazioni, sono messe a dura prova.

Naturalmente le iniziative della onlus non si fermano qui e tanti sono i modi per sostenere il suo lavoro: l’acquisto dei gadget, il tesseramento, la partecipazione ai futuri eventi di raccolta fondi, le bomboniere solidali e il 5x1000.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bracciante abbandonato alla stazione dal datore di lavoro si sdraia sui binari: non è mai stato pagato

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Incidente al Piccarello, schianto fra auto: due bambine in ospedale. Strada chiusa

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Cisterna, falso allarme bomba per un’auto sospetta davanti la caserma dei carabinieri

Torna su
LatinaToday è in caricamento