Rifiuti: cresce la differenziata in provincia. Roccagorga la migliore, Ponza la peggiore

I dati che emergono dal dossier Comuni Ricicloni di Legambeinte: 10 quelli che eccellono in provincia, il capoluogo ancora fermo al 23%

Cresce la raccolta differenziata nella provincia pontina dove nel 2017 ha raggiunto il 46,14% facendo registrare un incremento di oltre quattro punti percentuali rispetto all’anno precedente. E’ questo uno dei dati che emerge dal dossier Comuni Ricicloni e ciclo dei rifiuti del Lazio 2018 di Legambiente. 

Secondo i dati forniti dall’Ispra, infatti, nella provincia pontina lo scorso anno sono stati prodotti circa 279.913 tonnellate di rifiuti urbani, circa 10 tonnellate in meno rispetto al 2016. In 12 mesi la raccolta differenziata nel territorio pontino è passata dal 41,8% al 46,1% con un totale di 129.147 tonnellate per la raccolta differenziata a fronte delle 120.899 del 2016. 

10 Comuni ricciolini

Lo scorso 18 dicembre si è svolta a Roma la seconda edizione dell’Ecoforum di Legambiente Lazio, durante il quale sono stati premiati i Comuni Ricicloni, cioè quelli che hanno superato il 65% di raccolta differenziata, su base dati del catasto rifiuti Ispra e con cifre relative al conferimento del 2017. Dieci i Comuni Ricciolini nella provincia pontina: la migliore è Roccagorga all’81,8%, seconda nel Lazio solo dietro a Castelnuovo di Porto (RM) con l’82,3% e davanti a Colle San Magno all’81,4%. 

Questi gli altri comuni premiati nella provincia pontina: Fondi (76,60%), Norma (76,40%), Itri (74,70%), Rocca Massima (73, 40%), Terracina (70,10%), Maenza (69,5%), Castelforte (68%), Sperlonga (66,10%) e Cori (65,80%).  

La raccolta differenziata nei 33 Comuni pontini

Se i 10 Comuni premiati da Legambiente hanno fatto registrare ottime percentuali di raccolta differenziata nel 2017, lo stesso non si può dire degli altri centri della provincia pontina. Primo fra tutti il capoluogo pontino che, secondo i dati relativi al 2017, è fermo al 23,80% di raccolta differenziata. Ad un soffio della soglia del 65% invece comuni come Aprilia (64,4%), Formia (64,30%), Lenola (64,40%), Sabaudia (64,10%) e Spigno Saturnia (62,20%). La maglia nera spetta invece al Comune di Ponza fermo al 6,30% di raccolta differenziata, seguito da Minturno al 10,7% e Priverno con il 14,70%. 

I dati di tutti i Comuni (dal dossier Rifiuti 2018 di Legambiente)

raccolta_differenziata_legambiente_comuni_recicloni-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

Torna su
LatinaToday è in caricamento