Sanità, Simeone (FI): "In provincia bene le eccellenze ma l'assistenza è inadeguata"

Il consigliere regionale e presidente della commissione Sanità commenta i dati dello studio del Sole 24 Ore

La provincia di Latina si segnala per le eccellenze mediche ma l’assistenza territoriale è inadeguata. Il consigliere regionale di FI e presidente della commissione Sanità Giuseppe Simeone commenta il rapporto sulla salute dei cittadini, pubblicato nell’edizione de Il Sole 24 ore: "Conferma quanto da tempo andiamo dicendo - dichiara il consigliere - nella sanità pontina ci sono eccellenze, grazie soprattutto alle tante professionalità mediche presenti. Manca però una rete sanitaria territoriale all’altezza.  Latina si colloca al 62esimo posto su 107 province. Vi sono indicazioni positive per la cura degli infarti (sesto posto nazionale) e per la speranza della vita (ventinovesima posizione). Purtroppo si segnalano dati non confortanti per il consumo di farmaci per asma, dove la provincia è ottantatreesima e per diabete (86° posto). I numeri peggiori riguardano l’ambito dell’organizzazione sanitaria. Ed è qui che devono concentrarsi le nostre riflessioni".

Nella graduatoria sulla recettività ospedaliera infatti la provincia di Latina è all'85° posto e quanto all'emigrazione ospedaliera si colloca nella parte medio bassa della classifica (58° posto). Bassa anche la disponibilità dei posti letto (85° posto), scarseggiano i medici di base in rapporto alla popolazione (70esima posizione), senza dimenticare la mancanza dei pediatri e dei geriatri. "Questi dati non devono meravigliarci - aggiunge Simeone - Da tempo ho chiesto sia alla Regione Lazio che all’Asl di Latina un cambio di rotta sulle politiche sanitarie. Il vero obiettivo deve essere quello di rafforzare il territorio. Occorre in particolare ripensare ad un nuovo modello di sanità in grado di privilegiare l'offerta extraospedaliera. Le nostre aziende sanitarie danno spesso l'indicazione di recarsi in ospedale solo per le massime urgenze spiegando che esistono anche i medici di base e le strutture ambulatoriali sul territorio dedicate ai codici bianchi. Ad oggi però sul campo di risultati se ne sono visti pochi. Anzi, a dire il vero, l’unico risultato ben visibile oggi è che a pagare sono solo i nostri cittadini, privati di servizi, costretti a rinunciare alle cure perché, purtroppo, non hanno disponibilità per rivolgersi al privato". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I servizi territoriali oggi in provincia di Latina funzionano poco e male - spiega il consigliere d'opposizione - I distretti appaiono svuotati mancando di medici ed infermieri. Quanto alle Case della salute, per ora siamo fermi al taglio dei nastri e alla politica degli annunci. Infatti non è ancora chiaro il ruolo di queste strutture nell’offerta sanitaria e non si sa ancora quali risultati abbia prodotto. In sintesi, non si intravede la capacità, in chi governa la Regione Lazio, di creare una rete territoriale di assistenza basata su una sinergia tra Case della salute, ambulatori di medicina generale e ospedali. Una classe dirigente capace dovrebbe inoltre programmare, individuare le priorità e attuarle, come hanno fatto altre Regioni. Facile scorgere l’accentuarsi di nuove e vecchie problematiche: il progressivo invecchiamento della popolazione, collegato all'aumento della prevalenza nel territorio delle patologie croniche e quindi di pazienti complessi, l'ondata di pensionamenti di medici prevista nei prossimi anni. Tutto questo rende urgente un cambio di strategia. Per questo, lo dico senza vena polemica, non basta il taglio dei nastri nel pieno della campagna elettorale". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus: due nuovi casi e un decesso in provincia. Vietato abbassare la guardia

Torna su
LatinaToday è in caricamento