A Terracina la prima scuola plastic free della provincia, Medici: “Motivo di orgoglio”

La cerimonia presso l’istituto Bianchini. Vice presidente della Provincia Carnevale: “Iniziamo un percorso che vogliamo ci porti all’abbandono totale dell’utilizzo della plastica”

L’Istituto tecnico A. Bianchini di Terracina è la prima scuola plastic free della provincia di Latina. L’iniziativa, denominata “Plastic Free School”, vede al fianco il Comune, Acqualatina, Water Store Acqua alla spina e Legambiente. 

Agli studenti sono state distribuite le borracce inox per sostituire le enormi quantità di bottiglie di acqua in plastica. Alla cerimonia era presente anche il vice presidente della Provincia Vincenzo Carnevale che nel suo intervento ha sottolineato l’importanza che l’eliminazione di bicchieri e bottiglie di plastica nelle scuole e negli uffici e l’aumento dei punti di distribuzione dell’acqua può avere sul futuro dell’ambiente.  

“Si tratta di una iniziativa importante – ha detto Carnevale - perché è la prima scuola in provincia di Latina ad adottare un simile questo comportamento e la seconda nel Lazio. Oggi iniziamo un percorso che vogliamo ci porti all’abbandono totale dell’utilizzo della plastica. Mi auguro che Legambiente e il gestore del sistema idrico si facciano promotori di questo modello in tutte le scuole pontine  perché si tratta di un modello vincente che ci consentirà, anche attraverso l’eduzione dei ragazzi, di non utilizzare più bicchieri e altri utensili di plastica anche a casa. Si parte dalla scuola e a piccoli passi si può raggiungere un obiettivo molto più grande nel medio lungo termine. Come Provincia – ha concluso - sosteniamo questa iniziativa così come l’abbiamo sostenuta anche nei singoli Comuni intraprendendo un percorso virtuoso ripartendo 13 milioni di euro destinati alle 33 amministrazioni affinché mettano in campo iniziative per ridurre l’utilizzo della plastica”. 

“La nascita di una scuola plastic free – commenta il presidente della Provincia Carlo Medici – è un motivo di orgoglio per noi e lo consideriamo il primo passo di un percorso che dovrà portarci a sostituire bottiglie e bicchieri con oggetti in materiali diversi e riutilizzabili”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Meteo a Latina: peggiorano le previsioni, l’allerta da gialla passa ad arancione

Torna su
LatinaToday è in caricamento