Abusivismo: linea dura a Sermoneta, polizia locale a lavoro senza sosta

Serrati i controlli dei vigili urbani in materia di violazioni edilizie; 35 gli accertamenti effettuati tra gennaio e marzo, grazie ai quali sono stati riscontrati ben 21 illeciti

È uno dei fenomeni che più stanno dilagando nella provincia pontina,l'abusivismo edilizio, ma che sempre vede una risposta attiva delle istituzioni e delle forze dell’ordine.

L’amministrazione di Sermoneta, con la Commissione urbanistica in prima linea, già nel mese di dicembre aveva annunciato una task force comunale con controlli periodici tra la polizia locale e l’Ufficio Tecnico.

A distanza di tre mesi, questo primo intervento contro l’abusivismo edilizio, ha visto i vigili urbani, comandati dal capitano Pietro Bongo, ottenere i primi importanti risultati.

“Il fenomeno dell'abusivismo – si legge in una nota della polizia locale di Sermoneta - porta ad una alterazione del tessuto urbano dell'intero territorio nonché un danno di tipo paesaggistico e ambientale, oltre a danneggiare l’erario e quindi l’intera collettività. Lo scopo del monitoraggio è di evidenziare sul nascere nuove strutture abusive o cambi di destinazione d’uso non autorizzati, e attivare un deterrente a tale pratica".

Nel periodo compreso tra il 16 gennaio e il 10 marzo sono stati posti in essere 35 accertamenti, grazie ai quali sono stati riscontrati ben 21 illeciti di cui 10 illeciti amministrativi afferenti il “cambio di destinazione d’uso senza realizzazione di opere edili”, 3 casi di inottemperanza ad ordinanze di demolizione, 2 casi di acquisizione “sine justo titulo” del possesso di fondo rurale afferente il Comune di Sermoneta, 5 notizie di reato per “realizzazione di opere edili senza giusto titolo” e 1 notizia di reato per lavori senza permesso a costruire, con relativo sequestro preventivo.

Il monitoraggio viene posto in essere “a scacchiera” su tutto il territorio comunale; l’attività di sopralluogo si completa ora con il perfezionamento della verifica degli atti costituenti il cosiddetto “giusto titolo”, attraverso la tecnica incrociata: vengono comparati gli atti del soggetto titolare dell’immobile o esecutore degli interventi edilizi, e quelli in possesso dell’Ufficio Tecnico Comunale.

“Contestualmente poi – conclude la nota - il comando di polizia locale provvederà ad inoltrare specifica annotazione all’Agenzia delle Entrate e alla guardia di finanza per ipotesi di violazione degli oneri fiscali e tributari determinati dal combinato violatorio della normativa edilizia. Questo controllo capillare del territorio proseguirà senza interruzione”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Straordinaria scoperta a Priverno: scheletri e sepolture di epoca medievale

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chiururgo torna in ospedale e lo salva

  • Incidente sul lavoro a via Monti, lesioni compatibili con la caduta dal ponteggio

Torna su
LatinaToday è in caricamento