Sezze, la Dondi garantirà il normale livello del flusso idrico

Da domani Acqualatina ridurrà la quota d'acqua destinata alle utenze setine: la concessionaria potenzierà il lavoro dei propri impianti. Il sindaco Campoli resta in guardia: "Vigileremo"

La Dondi garantirà il normale livello d’acqua nei rubinetti delle case di Sezze e sopperirà alla riduzione decisa da Acqualatina, che da domani comincerà a chiudere parzialmente il flusso idrico destinato al centro lepino. La concessionaria dell’acquedotto setino ha comunicato al Comune e alla Prefettura l’intenzione di aumentare, attraverso gli impianti che gestisce direttamente, la quantità d’acqua erogata. L’amministrazione comunale e la Prefettura rimangono però in allerta per capire se effettivamente non ci saranno disagi per la popolazione.

La Dondi gestisce direttamente due fonti d’aprovvigionamento idrico, ossia gli impianti di Mole Muti e di Fonte La Penna. Con questi eroga abitualmente solo una parte dell’acqua che arriva nei rubinetti setini. Il resto del flusso idrico viene infatti distribuito da Acqualatina attraverso l’impianto delle Sardellane, che da Sezze rifornisce anche buona parte dei comuni inseriti nell’Ato4. Il gestore unico, in altre parole, rivende l’acqua setina alla Dondi, che la distribuisce nel comune lepino. La concessionaria ora dovrà cercare di sopperire con mezzi propri a un minor flusso di 35 litri al secondo, perché Acqualatina ha comunicato che si limiterà a fornire a Sezze la quota minima prevista dal piano regolatore generale degli acquedotti.

Il nodo del contendere tra Dondi e Acqualatina, che dopo vari annunci sembra decisa ad attuare la clamorosa misura della riduzione del flusso idrico, resta il debito di oltre 1 milione e 400mila euro maturato dalla concessionaria setina per il pagamento dell’acqua acquistata dalla società di viale Nervi.

Prendiamo atto dell’impegno assunto dalla Dondi - è il commento del sindaco Andrea Campoli - e stiamo a vedere cosa succederà domani. Ognuno si deve comunque assumere le proprie responsabilità. Se le cose non andranno come promesso - sottolinea il primo cittadino di Sezze - noi agiremo di conseguenza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bracciante abbandonato alla stazione dal datore di lavoro si sdraia sui binari: non è mai stato pagato

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Incidente al Piccarello, schianto fra auto: due bambine in ospedale. Strada chiusa

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Cisterna, falso allarme bomba per un’auto sospetta davanti la caserma dei carabinieri

Torna su
LatinaToday è in caricamento