Calci, pugni e sputi ai carabinieri, arrestato 34enne a Sabaudia

Durante un posto di blocco in piazza Oberdan l'uomo si è avvicinato ai militari inveendo contro di loro con sputi e minacce; poi durante l'identificazione li ha aggrediti colpendoli con calci e pugni

Un 34enne è stato arrestato questa mattina all’alba dopo aver aggredito una pattuglia di carabinieri con sputi, minacce, calci e pugni.

I fatti si sono verificati a Sabaudia e hanno avuto come protagonista un uomo di nazionalità marocchina in Italia senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine.

Durante un posto di blocco, il 34enne, in evidente stato di ebbrezza alcolica, si è avvicinato ai militari intenti a controllare la circolazione stradale inveendo contro di loro con sputi e minacce, chiedendo di essere rimpatriato.

Non solo, durante la fase di identificazione, l’uomo ha anche opposto energica resistenza colpendo i due carabinieri con calci e pugni e procurando ad entrambi lesioni giudicate guaribili in 5 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l’arresto è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa di essere giudicato con il rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

Torna su
LatinaToday è in caricamento