Dottoressa e infermieri aggrediti in ospedale, la denuncia della Cgil Fp

L'episodio si è registrato il 28 dicembre scorso all'ospedale di Fondi. Il sindacato di categoria ricorda le gravi carenze di organico di cui soffrono i presidi sanitari della provincia, soprattutto quelli del sud pontino

Un medico e alcuni infermieri aggrediti in ospedale. E’ accaduto nei giorni scorsi a Fondi ed è stato necessario l’intervento dei carabinieri per sedare gli animi. La dottoressa e gli infermieri aggrediti sono stati refertati al pronto soccorso con cinque giorni di prognosi.

La denuncia del caso arriva dalla Cgil Funzione pubblica che esprime solidarietà alle vittime dell’aggressione, ma ricorda anche le gravi carenze dei presidi ospedalieri del sud pontino.

“La mancanza di personale nei presidi ospedalieri del sud pontino – dichiara il segretario generale di Fp Cgil Giancarlo Cenciarelli - ha superato da tempo il livello di guardia e a farne le spese sono, oltre che gli utenti, i pochi lavoratori in servizio. Auspichiamo che la sirezione della Asl di Latina si associ alla condanna di questi episodi di violenza, sempre più frequenti, ma auspichiamo soprattutto una soluzione ai problemi strutturali che spesso innescano questi episodi. Primo fra tutti il deficit di personale che sta portando ad un aumento esponenziale dei disagi per i cittadini e per gli operatori”.

Il sindacato ricorda poi quanto accade in questo periodo al reparto di Medicina dell’ospedale di Fondi: “A novembre – dice - per carenza di medici è stata disposta la chiusura dei ricoveri notturni. È facile prevedere come ciò, in concomitanza del periodo di picco della sindrome influenzale, potrebbe portare al collasso la struttura del locale pronto soccorso. Infatti, di notte, pur essendoci dei posti liberi nel reparto di medicina, i pazienti che potrebbero essere ricoverati sono costretti a stazionare nel pronto soccorso portandolo al sovraffollamento. Riteniamo indispensabile – conclude - che la direzione della Asl verifichi, assieme alla direzione sanitaria, come risolvere in urgenza questa situazione. L’uscita dal periodo di Commissariamento della Sanità Regionale deve rappresentare, nel 2018, il ritorno ad una Sanità Pubblica che non viva più nell’emergenza”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento