Rifiuta di lasciare il centro di accoglienza e aggredisce i poliziotti: arrestato

In manette a Latina un migrante per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

La sua richiesta di asilo era stata respinta e ha perso il diritto di restare sul territorio italiano. Un migrante nigeriano di 40 anni ha rifiutato però di abbandonare il centro ed è finito agli arresti.

L’uomo era ospite di un centro di accoglienza straordinaria nel capoluogo pontino. Nei giorni scorsi, dopo aver compreso di aver perso ogni diritto all’accoglienza e a restare in Italia, ha rifiutato categoricamente di allontanarsi ed è stato quindi necessario per gli operatori richiedere l’intervento della polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla vista degli agenti lo straniero ha dato in escandescenze e li ha aggrediti cercando poi di fuggire, ma è stato bloccato e arrestato per violenza, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, i contagi tornano a crescere: 7 nuovi casi da nord a sud della provincia

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento