Vigili del fuoco, finalmente apre la sede permanente di Castelforte

Da oggi il distaccamento sarà operativo h24, nonostante le difficoltà legate alla carenza di personale; un risultato importante per una zona particolare, come quella del sud pontino, alle prese con incendi boschivi e rischi idrogeologici

E’ finalmente arrivato il giorno dell’apertura del presidio permanente dei vigili del fuoco di Castelforte che si occuperà dei territori di Castelforte, Spigno Saturnia, Santi Cosma e Damiano e Minturno. Da questa mattina, infatti, il distaccamento entra effettivamente in funzione.

Si tratta di una sede operativa permanente aperta grazie al sostegno del Ministero dell’Interno, come  ha spiegato durante una conferenza stampa il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Latina, Massimo Liberati; Ministero che ha stabilito, a seguito di un riordino generale a livello nazionale, le piante organiche delle nuove sedi necessarie per potenziare il servizio sul territorio.

Una notizia importante non solo per il sud pontino ma anche per l’intera provincia di Latina; la nuova sede dei vigili del fuoco - che si affianca a quelle di Latina, Aprilia, Terracina e le due di Gaeta -, infatti, entra in funzione in una area del territorio caratterizzata da grandi problematiche e forti rischi determinati non solo dal pericolo incendi, ed alleggerisce quello che fino ad ora è stato l’impegno del distaccamento di Gaeta “competente” nella zona, garantendo una maggiore tempestività di intervento e operatività.

IL NUOVO DISTACCAMENTO - Si tratta, quindi, di un risultato importante che permette di essere più presenti e vicini alla gente, di “rispondere anche alle istanze della comunità che vive quelle zone e che da tempo sente il bisogno di avere vicino una sede come quella dei vigili del fuoco da oggi attiva h24 che garantisca una maggiore rapidità di intervento e di soccorso” ha spiegato Liberati che guarda comunque con ottimismo all’apertura del nuovo distaccamento nonostante questa fase iniziale non sarà esente da criticità e problemi: “Avremmo potuto dormire qualche settimana in più ma abbiamo preferito essere presenti sul campo, essere più operativi ed efficaci in quelle zone che in questo periodo dell’anno sono maggiormente colpiti da incendi continui”.

Il sud pontino è stato spiegato nella conferenza stampa dal responsabile territoriale proprio per la zona sud della provincia Salvatore Guglielmino, infatti è caratterizzato da rischi particolari dal momento che presenta un’area, soprattutto quella di Castelforte, decisamente impervia e difficile da raggiungere, rischi che si aggiungono al costante pericolo di incendi boschivi, frane, alluvioni - per la presenza del Garigliano - non dimenticando l’ex centrale del Garigliano. “Una maggiore copertura capillare del territorio - ha proseguito Guglielmino - viene a nostro vantaggio per una maggiore celerità di intervento” soprattutto se si considera che il più vicino distaccamento di Gaeta dista circa 30 chilometri che, pur comprendo l’area, incontra non poche difficoltà dal punto di vista operativo.

“La presenza di una sede operativa dà sicuramente maggiori garanzie di copertura a quel territorio anche se comporta un grosso sforzo sia in termini di risorse del personale che di mezzi”.

LE RISORSE - Questione risorse che è stata sapientemente illustrata dal responsabile della gestione del personale del comando provinciale Giuseppe Macrì: “Le risorse che l’amministrazione ci aveva messo a disposizione sono state incrementate nell’ultimo anno ma ancora non sono completamente sufficienti, siamo sotto di circa una decina di unità. Tanto è vero che in questa prima fase utilizzeremo del personale anche in straordinario per arrivare alle 5 unità di una squadra che sono indispensabili per garantire un’operatività efficace sul territorio”. Le risorse ad ora a disposizione, quindi, non consentono di avere in ordinario una squadra completa, problema a cui si è cercato di porre soluzione affiancando alle quattro ordinarie una in straordinario riuscendo così a completare l’organico di una squadra. “Siamo fiduciosi perché a breve arriverà un potenziamento del personale” ha concluso Giuseppe Macrì. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Straordinaria scoperta a Priverno: scheletri e sepolture di epoca medievale

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

  • Incidente sul lavoro a via Monti, lesioni compatibili con la caduta dal ponteggio

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chiururgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento