Aprilia, bullismo a scuola: botte e insulti alla compagna. Denunciate tre giovanissime

L'indagine della polizia coordinata dalla Procura presso il tribunale dei minori di Roma. La vittima minorenne pestata fino a perdere i sensi

Hanno preso di mira una compagna di classe di un istituto professionali per parrucchieri, coprendola di insulti per il suo aspetto fisico. Gli episodi, avvenuti ad Aprilia, risalgono a circa un anno e mezzo fa, quando le tre bulle erano ancora minorenni. Ora, dopo una lunga indagine condotta dal commissariato di polizia di Cisterna e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il tribunale dei minori di Roma, le tre giovanissime, residenti tra Aprilia e il litorale romano, sono state denunciate per percosse e minacce in concorso.

La vittima per lunghi mesi era stata oggetto di continui insulti e comportamenti vessatori. Esasperata, la giovane studentessa ha poi trovato la forza di rivolgersi al preside che dopo averla ascoltata e dopo aver accertato che i racconti corrispondevano purtroppo alla realtà, ha sospeso una delle ragazze più accanite. La sospensione però non ha fatto che scatenare la reazione delle bulle, che si sono vendicate con insulti e minacce all’interno della scuola.

L'alunna sospesa, con la complicità di altre due, è arrivata a tendere un agguato alla vittima alla fermata del bus, aggredendola fisicamente fino a farle perdere i sensi. La ricostruzione nel dettaglio dell’intera vicenda, pur in un clima di omertà e minimizzazione familiare e tra i compagni di scuola, ha consentito alla Procura di denunciare le tre giovani.

Oggi, grazie all’applicazione “you pol”, diverse segnalazioni di bullismo vengono esaminate dagli agenti di polizia che seguono in modo particolare il fenomeno negli istituti scolastici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Lo Zecchino d’Oro “canta” anche pontino: terzo posto per un bambino di Sabaudia

Torna su
LatinaToday è in caricamento