Gambizzò il suo inquilino ad Aprilia, condannato a otto anni

Mario Zappone aveva sparato e ferito un cittadino romeno. Condannata anche la moglie

Pesante condanna per Mario Zappone, l’uomo di Aprilia chiamato a rispondere della gambizzazione di un cittadino romeno avvenuta ad Aprilia a maggio dello scorso anno.

Il Tribunale di Latina presieduto da Valentini gli ha infatti inflitto una pena di otto anni di carcere, superiore a quella richiesta dal pubblico ministero Simona Gentile.

L’uomo e la moglie Caterina Di Fazio erano chiamati a rispondere a vario titolo di lesioni aggravate, porto abusivo di arma, tentata rapina e tentata estorsione: lui per avere sparato e ferito lo straniero al quale avevano affittato un appartamento per un debito di 480 euro mentre la donna avrebbe anche lei minacciato l’inquilino con la pistola.

La vittima era andata a farsi medicare al pronto soccorso con una pallottola nella gamba ed aveva raccontato tutto chiamando in causa gli imputati.

A conclusione della sua requisitoria  il pm aveva chiesto una condanna a sei anni per Zappone e a tre anni e mezzo per la moglie: il Tribunale ha assolto entrambi dall’accusa di estorsione ma ha condannato Zappone, difeso dall’avvocato Pasquale Cardillo Cupo, a otto anni di carcere tenendo in considerazione la recidiva quinquennale mentre la Di Fazio è stata condannata a due anni e mezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

Torna su
LatinaToday è in caricamento