Orrore a Campoleone: gatto scuoiato e bruciato nel parcheggio della stazione

Le immagini shock riprese dai cittadini della zona. La denuncia della Lav

Orrore ad Aprilia, dove un gatto è stato scuoiato nel parcheggio della stazione ferroviaria di Campoleone. E' successo il 5 giugno scorso, in pieno giorno e in orario di punta. La notizia è stata divulgata dalla Lav che ha ricevuto la video denuncia shock. Secondo la ricostruzione un uomo, presumibilmente senza fissa dimora, ha scuoiato e arrostito l'animale con la chiara intenzione di mangiarlo.

Le immdagini sono state filmate da un cittadino che ha poi inviato il video alla Lav denunciando l'accaduto e la situazione di degrado in cui versa l'intera area.Secondo le testimonianze di chi frequenta abitualmente la stazione di Campoleone, il parcheggio, incustodito e collocato in una delle tante aree rurali che formano la periferia della cittadina, è da sempre teatro di reati, dai furti d’auto alla violenzai sugli animali. "Nonostante la situazione di degrado, nell’area gravitano e vivono pacificamente cani e gatti randagi - spiega la Lav in un comunicato - che vengono accuditi volontariamente dai cittadini, gli stessi che alcuni giorni fa si sono trovati ad assistere impotenti alla macabra scena. Ai presenti che hanno filmato l’accaduto, l’uomo avrebbe detto di non aver ucciso il gatto ma di averlo trovato già morto, probabilmente investito da un’auto, un fatto di cui però non ci sono prove. L’autore dei fatti avrebbe invece confermato di aver scuoiato l’animale con l’intento di cibarsene, una volta arrostito sul fuoco, acceso nel parcheggio".

Una scena che ci lascia profondamente turbati, sia per l’animale ripreso che per le condizioni di degrado in cui, evidentemente, versa l’autore del gesto – dichiara Ilaria Innocenti, responsabile Animali Familiari Lav che aggiunge – censuriamo questa azione come un fatto gravissimo, che suscita ribrezzo e colpisce profondamente la sensibilità pubblica, e che sembra inoltre configurare diversi profili illeciti,  dall’uccisione di animali, nel caso venisse accertato che il gatto sia stato intenzionalmente ucciso, alla macellazione clandestina, solo per citarne alcuni”.

Lav si unisce dunque all'appello dei cittadini e chiede al sindaco, ai carabinieri e alla polizia un maggiore controllo sull'area anche a tutela degli animali presenti sul territorio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Miglior panettone del Lazio: un altro riconoscimento per Ferdinando Tammetta

Torna su
LatinaToday è in caricamento