Pistole e cocaina in casa di un minore: oggi l’interrogatorio, concessi i domiciliari

Agli arresti domiciliari anche l'indiano arrestato per aver violentato la sua ex moglie davanti la figlia di soli otto anni, già portate in una struttura protetta

E’ stato interrogato questa mattina il 17enne arrestato nei giorni scorsi dagli agenti della squadra mobile che nella sua abitazione di via Pionieri della Bonifica avevano rinvenuto due pistole e trenta grammi di cocaina.

Gli investigatori ritengono che quelle armi siano state custodite dal ragazzino, difeso dall’avvocato Alessandro Mariani, per conto terzi. Il giudice del Tribunale dei Minori di Roma gli ha concesso la misura presso il domicilio. Intanto, le indagini della polizia proseguono per accertare l’eventuale utilizzo di quelle pistole, una calibro 22 e una calibro 6, in recenti episodi.

Gli arresti domiciliari sono stati concessi anche all’indiano di 39 anni arrestato con l’accusa di aver violentato l’ex moglie davanti alla figlia di soli otto anni. Il giudice Mara Mattioli ha accolto l’istanza presentata dall’avvocato Alessandro Farau.

L’indagato avrebbe abusato sessualmente della donna, poi colpita a calci e pugni, e avrebbe costretto la piccola ad assistere alla terribile scena.  I fatti consumati nell’aprile dello scorso anno a Cisterna. La moglie e la bambina erano già state condotte in una struttura protetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

Torna su
LatinaToday è in caricamento