Terracina, ai domiciliari per violenza sessuale: evade il 76enne

Le manette erano scattate in seguito ad un ordinanza del Gip del tribunale di Latina. L'uomo avrebbe abusato di una ragazza disabie. Ora è scappato di casa ed è ricercato dai carabinieri

Era finito in manette con l’accusa di violenza sessuale e ora è evaso dai domiciliari. Nella giornata di ieri, il 76enne che era stato arrestato giovedì sera per aver abusato di una 30enne affetta dalla sindrome di down, ha abbandonato il proprio appartamento dove stava scontando gli arresti domiciliari.

Secondo le forze dell’ordine il pensionato sarebbe fuggito a bordo della sua auto e avrebbe portato con se anche la pistola che aveva in casa regolarmente denunciata.

La scoperta è avvenuta dopo il consueto controllo da parte degli agenti che, non trovandolo nella propria abitazione, hanno ipotizzato un semplice allontanamento da casa, anche se non consentito dalla legge. Dopo aver ascoltate le testimonianze dei familiare, passata qualche i carabinieri hanno fatto partire le ricerche.

L’uomo aveva conosciuto la giovane ragazza a Borgo Hermada, la piccola frazione terracinese, e dopo aver stretto amicizia con lei l’aveva violentata più volte. L’arresto era scattato giovedì da parte dei carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Latina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento