Rapito a Roma e imprigionato a Sabaudia, in manette l’aguzzino

Il rapimento lo scorso 10 giugno; dopo essere stato sequestrato nella capitale l'imprenditore romano venne segregato in un casolare nella provincia pontina. Arrestato un giovane di 29 anni

Era stato sequestrato a Roma per poi essere legato al letto, sedato e nascosto all’interno di un casolare abbandonato a Sabaudia. Ma l’incubo per l’uomo, un imprenditore romano, era durato solo qualche ora; poco dopo, infatti, era riuscito a fuggire dal suo aguzzino  - che aveva chiesto un riscatto di 500mila euro - liberandosi dai legacci e trovando riparo in una casa poco lontano da cui aveva chiesto aiuto. La brutta vicenda era avvenuta lo scorso 10 giugno e oggi, a poco meno di due settimane, il rapitore, un giovane moldavo di nazionalità moldava di 29 anni, è stato arrestato dai carabinieri di Roma. Denunciati anche due suoi connazionali responsabili di averlo ospitato in casa.

TUTTO SUL SEQUESTRO E L’ARRESTO - ROMA TODAY

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Lo Zecchino d’Oro “canta” anche pontino: terzo posto per un bambino di Sabaudia

Torna su
LatinaToday è in caricamento