Sezze, tenta di aggredire i carabinieri con un coltello: in manette

I militari erano intervenuti per sedare una lite familiare quando si sono accorti che l'uomo stava cercando di estrarre l'arma dai pantaloni. Prontamente bloccato è stato arrestato

Ha aggredito con un coltello i carabinieri intervenuti per sedare una lite familiare, e per lui sono subito scattate le manette. A finire in arresto nella giornata di ieri è stato un cittadino di nazionalità albanese, D. O. A. di 47 anni.

Tutto è partito dal quella che sembrava una normale lite familiare che poi è degenerata con una tentata aggressione nei confronti degli agenti del comando stazione dei carabinieri di Sezze.

I militari erano stati allertati della discussione, e giunti sul luogo hanno cercato di intervenire nel tentativo di placare gli animi. Ma non avevano fatto i conti con una delle persone coinvolte nella lite. Il 47enne albanese, infatti, ha cercato di estrarre un coltello dalla tasca dei propri pantaloni. Il provvidenziale intervento dei carabinieri ha evitato che la situazione finisse in tragedia. L’uomo, infatti, è stato tempestivamente disarmato dagli agenti che gli hanno subito messo le manette ai polsi.

Trasferito in camera di sicurezza è in attesa del rito per direttissima.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento