Art Bonus, Forte: “Opportunità per valorizzare il nostro patrimonio culturale e artistico”

La campagna avviata dalla Regione Lazio; Forte: "Valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale coinvolgendo imprese, istituzioni e privati concedendo in cambio benefici fiscali"

Valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale coinvolgendo imprese, istituzioni e privati concedendo in cambio benefici fiscali”: questo l’obiettivo della campagna “Art Bonus” avviata dalla Regione Lazio, prima in Italia ad utilizzare questo strumento a beneficio delle proprie bellezze con una campagna istituzionale, finanziata con 70mila euro, e illustrata dal consigliere regionale Enrico Forte. 

Una forma di nuovo mecenatismo che anche la provincia di Latina può e deve utilizzare per interventi di riqualificazione di beni di proprietà non soltanto della regione ma anche dello Stato, poli museali, strutture di Comuni ed enti locali” spiega il consigliere che rilancia l’iniziativa sottolineando l’importanza di tale strumento, che mette insieme fondi pubblici e risorse private, consentendo alle amministrazioni di risparmiare risorse attraverso forme di compartecipazione economica nella valorizzazione del patrimonio artistico, storico e culturale di ciascun territorio.  

“La Regione – spiega Forte – intende dunque a promuovere e incentivare contributi economici attraverso il credito di imposta e prodotto dall’Art Bonus (reso in forma permanente dalla legge di stabilità 2016 con agevolazione fiscale del 65% da ripartire in tre quote annuali di pari importo), le sponsorizzazioni economiche e tecniche, i contributi e finanziamenti da parte di imprese, enti e fondazioni, gli enti o soggetti pubblici e privati, gli istituti, i singoli cittadini, i soggetti non commerciali, ma anche attraverso la concessione a canoni ricognitori o figurativi di immobili e la fornitura di beni di servizi. 

Per ora i beni individuati per gli interventi di riqualificazione sono undici tra i quali l’Abbazia di San Magno a Fondi, di proprietà della Regione Lazio ma concessa alla Fraternità di San Magno, il Complesso di San Domenico, Villa Cantarano e Palazzo Caetani sempre a Fondi. Si tratta di una prima serie di interventi ma l’Art Bonus – prosegue il consigliere regionale pontino – consente di lavorare anche su beni di interesse storico-artistico dello Stato, delle Soprintendenze, dei Comuni, i poli museali sui quali si può attivare un percorso di affiancamento e formazione per il soggetto proprietario o gestore in vista di una raccolta fondi mirata”. 

“I contributi verranno raccolti attraverso un conto corrente bancario intestato alla Regione Lazio-Art Bonus  (Iban IT 44 X 02008 05255 000104546397) che potranno finanziare interventi di restauro e ristrutturazione degli immobili, lavori di messa a norma o in sicurezza, di salvaguardia, fruizione e riapertura al pubblico, musealizzazione. Ancora una volta la Regione Lazio ha colto l’opportunità di poter valorizzare i beni del proprio territorio – conclude Forte – predisponendo l’iter per utilizzare gli strumenti messi a disposizione dal Governo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento