Asili nido, nuovo regolamento approvato dal Consiglio comunale

Approvazione dopo il sì della Commissione; importanti le novità: introdotte due fasce e nuovi criteri per l'assegnazione del punteggio

Alla fine del mese scorso aveva ricevuto il sì unanime da parte dell’apposita Commissione consiliare, e oggi è arrivata anche l’approvazione del Consiglio comunale. Si tratta del nuovo regolamento per la gestione e il controllo degli asili nido comunali, all’inizio dell’anno oggetto di critiche da parte soprattutto delle famiglie.

“Anche in questa occasione – ha affermato il presidente della Commissione Giorgio Ialongo – con l’approvazione del regolamento all’unanimità, gli interessi della città hanno prevalso sugli interessi di parte, privilegiando le esigenze collettive, i bisogni della città, seppur al termine di un articolato confronto tra le forze politiche. Questo deve essere un esempio per tutti, specie per la politica nazionale, per “il fare” del domani. Desidero ringraziare tutta la commissione, l’assessore Marilena Sovrani e gli uffici comunali per il grande lavoro svolto nella predisposizione del nuovo Regolamento degli asili nido. Come ho già avuto modo di affermare abbiamo recepito le istanze provenienti dalle famiglie, apportando importanti novità al Regolamento".

Per l’assessore Marilena Sovrani, il nuovo regolamento “va incontro alle esigenze delle famiglie e rappresenta, appunto, un importante sostegno ai nuclei familiari in questo difficile momento sotto il profilo economico e sociale. Ritengo che sia stato fatto un ottimo lavoro”.

Le novità più importanti previste dal nuovo Regolamento sono le seguenti:

- l’assegnazione del punteggio per le domande di ammissione agli asili avverrà non solo sulla base del criterio reddituale della famiglia, quindi sulle cosiddette fasce ISEE, ma anche sulla scorta della valutazione della situazione familiare, assegnando un punteggio maggiore alle famiglie di genitori lavorativi. Restano ferme le priorità assegnate alle particolari situazioni familiari segnalate dai servizi sociali del Comune, dal servizio materno infantile e da altre strutture pubbliche;
- sono state introdotte altre due fasce di reddito in aggiunta alle sei esistenti, fasce che vanno da € 15.600,00 a € 18.000,00 e oltre € 18.000,00;
- per le famiglie con due o più bambini iscritti all’asilo, è stata prevista una ulteriore riduzione dello sconto dal 10% al 25% sul totale dovuto;
- per i bambini disabili è stata prevista la deroga al limite di età, garantendo la frequenza dell’asilo nido per un ulteriore anno qualora ciò venga richiesto dai servizi sociali competenti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento