Piano mobilità del Lazio, l'Associazione Operatori del Porto di Gaeta incontra l'Università

L'Apog è stata invitata dalla Facoltà di ingegneria dell'Università di Roma a partecipare a un incontro tecnico per fornire proposte da inoltrare all'Assessore ai Trasporti al fine di migliorare la mobilità delle merci

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Su invito del professor Francesco Filippi, l'Associazione degli Operatori del Porto di Gaeta (Aopg) ha partecipato a un incontro tecnico nell'ambito del redigendo Piano Regionale della Mobilità del Trasporto Merci e della Logistica (PRMTL), coordinato dal professore stesso e nato con l'obiettivo di fornire suggerimenti e proposte da inoltrare all'assessore ai Trasporto della regione Lazio, Michele Civita.

L'incontro al quale ha partecipato l'Aopg - insieme ad altri soggetti della filiera - aveva per obiettivo l'avvio di una discussione tra i portatori di interesse nel settore del trasporto merci e della logistica e il Ctl, il centro di ricerca incaricato della redazione del piano.

Nel corso dell'incontro sono emerse le principali criticità, sia a livello stradale sia ferroviario, eliminate le quali tutto il sistema economico della regione Lazio ne trarrebbe vantaggio. Riguardo alla zona di Gaeta, l'Aopg e altri operatori attivi in zona hanno suggerito l'importanza di un collegamento stradale a grande scorrimento tra il porto e l'autostrada Roma-Napoli all'altezza di Cassino e tra il porto e la città di Latina, lungo la via Pontina. Entrambi gli interventi potrebbero dare impulso all'economia del basso Lazio a tutto vantaggio dell'occupazione.

Il presidente Aopg, Damiano Di Ciaccio, ha parlato poi della necessità di un sistema viario che diluisca il traffico soprattutto nelle giornate estive, quando il movimento veicolare dei turisti si mescola con quello commerciale in transito dal porto, che risulta così fortemente rallentato, se non paralizzato.

Tutte le proposte raccolte in questo primo incontro - un secondo incontro dovrebbe svolgersi nelle prossime settimane - saranno inoltrate all'assessore nel giro di un mese, al fine di contribuire alla definizione del PRMTL.

Informazioni dettagliate sul piano sono visibili all'indirizzo www.pianomobilitalazio.it.

Il parere espresso in questa sede dall'Aopg ricalca quanto evidenziato nel 2000 dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, che - in fase di parere al piano regolatore portuale vigente - aveva notato proprio come l'attraversamento del Lungomare Caboto a Gaeta fosse particolarmente congestionato soprattutto durante la stagione estiva. Per questo motivo rilevava la necessità di:

  • Una strada di circa 800 metri che colleghi il porto con l'interporto e quindi la S.S. Flacca
  • Un raccordo con la SS7 Appia
  • Il potenziamento della SS 156 da Latina a Frosinone
  • L'inopportunità di una rotatoria all'uscita del porto perché non soddisfacente ad eliminare incroci che potrebbero risultare pericolosi e rendere poco scorrevole il traffico
Torna su
LatinaToday è in caricamento