Rifiuti, il punto sull'azienda Abc: fototrappole contro i trasgressori e nessun aumento in bolletta

A ottobre partirà la raccolta porta a porta a Latina Scalo. Oggi la conferenza stampa del sindaco, del presidente De Stefano e dell'assessore Lessio

Si fa il punto della situazione sull’azienda dei rifiuti Abc, dopo otto mesi di attività. Nel corso di una conferenza stampa, questa mattina, sono intervenuti il sindaco Damiano Coletta, l’assessore all’Ambiente Roberto Lessio e il presidente dell’azienda speciale Demetrio De Stefano. Tra luci e ombre l’azienda del Comune di Latina ha superato una serie di criticità iniziali raggiungendo traguardi in linea con i piani. Nessuno però nasconde una serie di difficoltà che ancora persistono.

Il sindaco: "Abc una sfida importante"

Apre i lavori il sindaco Coletta: “Abbiamo lavorato molto – ha detto – la sfida di Abc è una sfida importante. Non sono preoccupato per la situazione attuale né per il futuro, ribadisco la bontà di quella che è stata una scelta coraggiosa ma non incosciente. Il concetto di un’azienda speciale è in prospettiva. Nessuna demonizzazione del privato, ma siamo entrati in un’ottica diversa. Si deve fare tutti il tifo per questa esperienza. Ci sono obiettivi importanti ancora da raggiungere, come la crescita della differenziata, l’avvio della raccolta porta a porta”.

Fototrappole contro l'abbandono dei rifiuti

L’assessore all’Ambiente annuncia poi che sono già partite in città misure di contrasto all’abbandono incontrollato di rifiuti. In alcune zone della città sono state infatti installate fototrappole in grado di immortalare chi getta rifiuti in modo non corretto. E già molte immagini sono in fase di elaborazione. Un’altra misura prevista sarà il ripristino delle guardie ecologiche. “Al momento sono due – spiega Lessio – ma si pensa di arrivare, in collaborazione con la polizia locale, a 10. In una prima fase faranno un lavoro di rieducazione e informazione, ma dal 1° ottobre arriveranno anche le sanzioni”. In ultimo, sta per partire la divulgazione di volantini per informare la cittadinanza sui giorni e gli orari per il corretto conferimento della differenziata.

Cosa non va

Dal cda è stata elaborata la relazione semestrale e il conto economico che, come specifica il presidente De Stefano, chiude con un’azienda che registra utili e con proiezioni di fine anno che indicano un prossimo equilibrio di bilancio che consentirà di non aumentare le bollette degli utenti. Ma c’è ancora molto che non va e il presidente non lo nasconde. “La città non è pulita come dovrebbe e come sono state altre città in cui mi sono trovato a gestire aziende dei rifiuti – spiega De Stefano – Inoltre ad oggi siamo tecnicamente in linea con i piani e con il mandato che la proprietà mi ha dato, ma so bene che scontiamo dei ritardi”.

Cosa funziona

L’azienda non è in perdita ed entro la fine dell’anno le proiezioni parlano appunto di un pareggio di bilancio. “Posso anticipare – spiega il presidente – che con la riarticolazione del Piano economico finanziario non ci saranno aumenti in bolletti per i cittadini e anzi nel 2019 avremo anche una riduzione della tariffa”. Nei primi sei mesi di attività l’azienda speciale Abc si è trovata inoltre ad affrontare una serie di spese relative all’acquisto di nuovi mezzi, di mille cassonetti, di attrezzature per l’officina e anche per la sostituzione del sistema informatico. Solo per queste voci la società ha investito circa 300mila euro che si aggiungono alle spese per il completamento dell’acquisto del ramo d’azienda per raggiungere così la cifra di 800mila euro circa investiti e finanziati con il canone del Comune. “Ci sono chiaramente difficoltà diffuse – ammette De Stefano – ma nessuna emergenza”.

Un altro nodo che l’azienda si è trovata ad affrontare è stato relativo al mancato finanziamento da parte della Cassa Deposititi e Prestiti. Ora si è in fase di nuova contrattazione e se il finanziamento sarà concesso si potrà partire entro ottobre con il porta a porta a Latina Scalo.

Il nuovo direttore generale

Ultimo punto affrontato è quello relativo alla nomina del direttore generale. Dopo l’abbandono di Michele Bernardini per ragioni personali, De Stefano ha annunciato che il cda ha deciso di far scorrere la graduatoria fino a coloro che avevano totalizzato un punteggio di 90/100. Il nuovo direttore dell’Azienda dei Beni Comuni arriverà a Latina e sarà presentato nei prossimi giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Avvocati al voto, ecco i quindici eletti nel Consiglio dell'Ordine

  • Cronaca

    Danni per il maltempo del 29 ottobre scorso: il Governo stanzia 3 milioni di euro per il Lazio

  • Cronaca

    Fondi, scoperti dai carabinieri con eroina e cocaina: un arresto e una denuncia

  • Cronaca

    Fondi, aggressione all'ospedale: le azioni di prevenzione messe in campo dalla Asl

I più letti della settimana

  • Nonnismo a Latina, Samantha Cristoforetti "smonta" il caso: "Ecco il mio battesimo del volo"

  • Migranti sfruttati, Vaccaro si difende. Interrogatorio in ospedale per Battisti

  • Arrestato il segretario della Fai Cisl, Cecere: "Il sindacato è sano. Fuori le mele marce"

  • Cisterna: Jaguar non immatricolata, senza assicurazione e con targa falsa. Sequestrata

  • Controlli a tappeto del Nas in ristoranti e locali: raffica di sequestri e attività chiuse

  • Latina, rapina armata al supermercato Carrefour di viale Petrarca: malvivente in fuga

Torna su
LatinaToday è in caricamento