Doppio colpo della banda del Rolex a Latina, aggredite le vittime

Due rapine violente in pochi minuti; 47enne aggredito e minacciato con una pistola in Q5 mette in fuga i ladri che si ripetono più tardi sulla Monti Lepini: picchiato e derubato un 62enne

Per due volte questa mattina la banda del Rolex è entrata in azione a Latina. Per due volte nell’arco di pochi minuti le vittime sono state aggredite da due giovani con l’intento di portare via il prezioso orologio.

Ma se nel primo caso i due ladri sono stati costretti ad andare via a mani vuote, nel secondo sono riusciti nel loro intento.

Il primo episodio si è verificato intorno alle 11.30 lungo via Provenzale nella zona Q5. Un uomo di 47 anni è stato aggredito e minacciato con una pistola dai due malviventi che si sono avvicinati a lui per strappargli via il Rolex mentre, dopo esserne uscito, stava chiudendo il garage.

L’inaspettata reazione dell’uomo ha costretto i due a scappare in sella ad una moto di grossa cilindrata. Ma proprio durante la fuga, i due hanno perso l'arma che poi si è rilevata giocattolo, priva del tappo rosso, e che è stata sequestrata dalla polizia che ora sta conducendo le indagini.

Passano pochi minuti ed arriva un secondo colpo, prsumibilmente messo a segno dagli stessi ladri. Lungo la strada Monti Lepini hanno aggredito e malmenato un 62enne a cui, questa volta, sono riusciti a portare via l’orologio. Poi di nuovo la fuga.

Su entrambi i casi sono ora a lavoro le forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

Torna su
LatinaToday è in caricamento