Lotteria Italia 2013-2014, biglietti vincenti: Latina sfortunata

Nessun biglietto vincente nella provincia pontina; 19 i tagliandi vincenti nella seconda e terza categoria venduti nel Lazio, ma 18 arrivano dalla capitale e dalla provincia di Roma e uno solo da quella di Viterbo

Quest’anno la dea bendata ha voltato le spalle a Latina e provincia: nessun biglietto vincente della Lotteria Italia 2013-2014 – tra i 7,7 milioni di tagliandi acquistati dagli appassionati su e giù per lo stivale - è stato venduto in terra pontina.

L’estrazione è avvenuta nella serata di ieri durante la serata speciale della trasmissione “La prova del cuoco” condotta da Antonella Clerici.

In totale sono stati 136 i biglietti vincenti per questa edizione della lotteria Italia per un totale di 30 milioni di euro di premi. Nel Lazio 19 i tagliandi vincenti: sorridono, però, solo Roma e provincia - con 18 bilgietti vincenti - e Viterbo.

I PREMI: I premi di prima categoria: primo Premio 5.000.000 di euro, 2/o 2.000.000, 3/o 1.500.000; 4/o Premio 1.000.000, 5/o Premio 500.000 euro, 6/o 300.000. Poi, 30 i premi di seconda categoria, ciascuno da 60 mila euro, e 100 i premi di terza categoria da 20 mila euro. Ai rivenditori presso i quali sono stati acquistati i biglietti vincenti è stato riservato un premio complessivo di 59.000 euro.

I BIGLIETTI VINCENTI DI PRIMA CATEGORIA

I BIGLIETTI VINCENTI DI SECONDA CATEGORIA

I BIGLIETTI VINCENTI DI TERZA CATEGORIA

I BIGLIETTI CHE VINCONO UN VOUCHER VIAGGIO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

Torna su
LatinaToday è in caricamento