Palmarola: operazione contro il bracconaggio, sequestrate armi e munizioni

Sull'isola pontina i carabinieri del nucleo antibracconaggio hanno trovato, in una grotta, nascosti sotto il terreno, fucili e mille cartucce inesplose e pronte all'uso. Un anno fa, sempre a Palmarola, gli stessi controlli portarono a un arresto

Contrasto e prevenzione del bracconaggio. L’operazione dei carabinieri e del servizio navale di Ponza è scattata sulle isole pontine, proprio in questo periodo dell’anno in cui l’avifauna selvatica, migrando per raggiungere siti di nidificazione, effettua delle soste nei territori insulari che si trovano lungo la rotta migratoria.

Nell’ambito di un’attività di controllo del territorio, i carabinieri del nucleo operativo antibracconaggio hanno rinvenuto a Palmarola, meta scelta dai cacciatori evidentemente perché lontana dai luoghi abitati, un vero e proprio arsenale. In particolare, sono state trovate oltre mille cartucce inesplose, pronte all’uso e occultate dentro grotte alcune grotte, tre fucili calibro 12, di cui due con matricola abrasa e un terzo risultato rubato a Sperlonga.

operazione antibracconaggio palmarola-2

Le armi erano nascoste nel terreno, occultate in tubi in pvc. Il materiale è stato sequestrato ma le indagini non si fermano. I carabinieri stanno cercando di risalire ai responsabili che, secondo i militari potrebbero avere legami con ambienti criminali, vista la disponibilità di armi clandestine.

Nel 2016 lo stesso nucleo antibracconaggio dei carabinieri aveva concluso un’operazione analoga, sempre sull’isola di Palmarola, che aveva portato all’arresto di un bracconiere e al sequestro di tre fucili, uno con matricola abrasa e altri due di provenienza furtiva, insieme a numerose munizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Banda dei furti seriali, in udienza la difesa contesta l'associazione a delinquere

Torna su
LatinaToday è in caricamento