Sorpresi a cacciare senza il porto d'armi: due uomini finiscono agli arresti

Si tratta di un 64enne e di un 70enne, entrambi di Sezze, accusati di porto abusivo di armi

Sono stati sorpresi a cacciare senza avere il porto d'armi. A Maenza due uomini sono stati arrestati dai carabinieri. Si tratta di un 64enne e di un 70enne, entrambi di Sezze, sorpresi in flagranza di reato per porto abusivo di armi e porto abusivo di fucile da caccia.

I due uomini erano pronti per una battuta di caccia, armati di fucili di proprietà di un uomo di 75 anni, titolare invece di un regolare porto d'armi, che è stato denunciato dai carabinieri per il reato di omessa custodia di armi. I due fucili e le relative cartucce sono stati posti sotto sequestro. 

Il 64enne e il 70enne, espletate le formalità di rito, sono stati condotti presso le proprie abitazioni in regime di arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento