Riciclaggio con metodo mafioso: arrestato un uomo legato al clan dei casalesi

L'arresto di Antonio Di Puorto è scattato a Santi Cosma e Damiano, dove l'uomo aveva l'obbligo di dimora

E' stato arrestato a Santi Cosma e Damiano, dove aveva l'obbligo di dimora, Antonio Di Puorto, 49 anni. L'uomo, originario di San Cipriano d'Aversa, era residente a Bomporto, in provincia di Modena, dove era stato arrestato nel 2014, insieme ad altre 10 persone per reati associativi e riciclaggio.

L'inchiesta aveva svelato una reate di intermediari e prestanome che gestivano soldi che provenivano dal clan Schiavone.L'arresto è stato effettuato dalla squadra mobile di Latina in collaborazione con gli agenti del commissariato di Formia. Di Puorto era infatti destinatario di un ordine di carcerazione perché deve espiare una condanna definitiva a due anni e sette mesi per riciclaggio con l'aggravante del metodo mafioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

Torna su
LatinaToday è in caricamento