Campagna di prevenzione del melanoma, un convegno in Comune

Incontro aperto al pubblico oggi alle 16.30 nella sala Convegni del palazzo municipale di Latina; domenica 22 aprile in piazza del Popolo ci sarà uno screening gratuito dei nei

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

E’ in programma oggi alle ore 16,30, nella sala Convegni “Enzo De Pasquale” del Comune di Latina, l’incontro dibattito aperto al pubblico in cui si parlerà approfonditamente di tutti i danni causati da una scorretta foto esposizione (dall’invecchiamento precoce ai tumori della pelle). Domenica 22 aprile, invece, dalle ore 10 alle 18, in Piazza del Popolo a Latina, ci sarà uno screening gratuito dei nei.

I due appuntamenti rientrano nel programma della “III Campagna di prevenzione del melanoma: conoscere per prevenire”, promossa dalla Società Italiana di Medicina del Benessere (S.I.M.BEN.), con il patrocinio del Comune di Latina.

A queste giornate seguiranno poi tutta una serie di altri incontri e screening gratuiti in cui si controlleranno e valuteranno eventuali nei a rischio e si daranno informazioni utili per prevenire i danni causati dal sole.

ALCUNE NOTE - Negli ultimi anni sono notevolmente aumentati i danni creati dall’esposizione solare. Per questo motivo è fondamentale un’informazione corretta tesa a prevenire i tumori della pelle. Secondo il Registro Tumori di Popolazione di Latina (RTPLT) nel periodo 1996-2003 il melanoma cutaneo ha rappresentato il 2,4% di tutti i tumori diagnosticati negli uomini ed il 3,4% di quelli diagnosticati nelle donne, ponendosi rispettivamente all’undicesimo e nono posto. In termini di mortalità esso rappresenta l’1,2% negli uomini e l’1,5% nelle donne.

In confronto alle aree coperte dai Registri in Italia, il dato di incidenza è più o meno simile alla media nazionale, mentre la mortalità nella provincia di Latina mostra livelli sensibilmente superiori alla media Italiana. Tale statistica ha portato ad ipotizzare un ruolo particolare dell’esposizione alle radiazioni solari nel territorio di Latina negli immigrati dal nord Italia nell’Agro Pontino: infatti l’esposizione al sole assieme alla genetica predisponente  sono i maggiori fattori di rischio conosciuti per i melanomi e la maggior parte dei tumori della pelle.

Infatti le popolazioni provenienti dal nord Italia potrebbero avere un fototipo più chiaro e quindi meno protettivo. A questi fattori predisponenti si affianca una scarsa informazione su tutti i danni che una scorretta esposizione solare può causare. Da qui la crescente necessità di parlare in maniera costante di prevenzione e diagnosi precoce.

La Società Italiana di Medicina del Benessere (S.I.M.BEN.) da sempre attenta ai temi della prevenzione della salute e della promozione del benessere, già negli anni passati ha organizzato giornate di informazione su temi quali l’alimentazione, i danni da radiazioni ultraviolette, l’invecchiamento cutaneo attraverso seminari, congressi e incontri con la cittadinanza e le scuole della provincia.

Anche quest’anno la S.I.M.BEN. organizza, per i mesi di aprile e maggio 2012 a Latina, alcune giornate per la prevenzione del melanoma e dei danni da sole.

Torna su
LatinaToday è in caricamento