Uccise il cane Lucky, nominato il perito per la consulenza psichiatrica

Lo psicologo scelto dal giudice ha 60 giorni di tempo per stabilire se il 69enne è capace di intendere e volere

Avrà sessanta giorni di tempo per verificare se il 69enne accusato di avere ucciso il cane Lucky e di avere abusato e usato violenza nei confronti dei familiari è capace di intendere e volere.

Sarà lo psicologo Cesare Tulli ad effettuare la perizia psichiatrica sull’uomo arrestato alcuni mesi fa: ieri mattina il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario gli ha conferito l’incarico concedendo due mesi di tempo per consegnare la perizia psichiatrica sulla base della quale si stabilirà se l’imputato è processabile o meno.

La richiesta di perizia era stata avanzata dall’avvocato dell’uomo, Giovanni Codastefano, che ha optato per il rito abbreviato condizionato proprio alla perizia. L’udienza è stata poi rinviata al 13 maggio prossimo per l’esame della perizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

Torna su
LatinaToday è in caricamento