Cantiere di via Quarto, il Comune di Latina vince: nessun risarcimento al costruttore

Lo ha stabilito una sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato il risarcimento milionario disposto dal Tar a favore della ditta

Un'immagine del cantiere sequestrato in via Quarto

Il Comune di Latina vince il ricorso contro la ditta Costruzioni Generali srl dell'imprenditore Massimo Riccardo sul cantiere di via Quarto. Il Consiglio di Stato ha infatti ieri accolto il ricorso dell'amministrazione e ha disposto l'annullamento della sentenza del Tar di Latina che, un anno fa, aveva stabilito un risarcimento milionario per il costruttore al quale era stato bloccato il cantiere. 

E' stata dunque accolta la tesi presentata dall'avvocato del Comune Francesco Cavalcanti secondo la costruzione del palazzo su un'area destinata a verde pubblico non poteva essere disgiunta da tutte le vicende urbanistiche della città e dunque dall'annullamento del piano particolareggiato del quartiere R3. Il Tar aveva stabilito che l'ordine di demolizione intimato dal Comune alla società non era legittimo, ma il Consiglio di Stato ha ribadito che l'opera resta abusiva e che il permesso a costruire non poteva essere rilasciato. Dunque, non sussitono motivi per qualificare come ingiusto il danno subito dall'imprenditore. 

A conti fatti dunque, il Comune non deve alcun risarcimento al costruttore, ma anzi a quest'ultimo spetterà il pagamento delle spese di giudizio e di quelle legali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

  • Aggressione ai paparazzi a Ponza, Belen e Stefano De Martino accusati di rapina

  • Si tuffa in mare per sfuggire ai carabinieri, nascondeva cocaina ed eroina. Arrestata

  • Cisterna, caseificio chiuso dal Nas continua a produrre mozzarelle: denunciato il titolare

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

Torna su
LatinaToday è in caricamento