Acqualatina, chiude lo sportello di Priverno: in campo il Comune

Incontro tra il sindaco Delogu e la società per trovare una soluzione alternativa che permetta di ridurre al minimo i disagi per l'utenza

Chiude lo sportello di Acqualatina a Priverno. L’annuncio nei giorni scorsi da parte della società che gestisce il servizio idrico integrato, che ha comunicato la sua intenzione di chiudere gli sportelli territoriali “secondari” a causa della grave crisi economica che l'ha colpita nei mesi passati.

Tra questi, oltre a quello di Priverno, anche gli sportelli di Aprilia e Cisterna.

Una decisione surreale – afferma Angelo Delogu, sindaco del comune lepino– dato che lo sportello di Priverno lavorava a pieno ritmo, servendo un comprensorio ampio e densamente popolato. Ho avuto un incontro sia con i vertici dell'azienda che con quelli dell'ATO 4 esprimendo loro tutto il mio disappunto per una scelta non condivisibile e difficilmente comprensibile”.

L'incontro tra il primo cittadino privernate e i vertici aziendali ha comunque dato i suoi frutti. Acqualatina si è detta pronta a collaborare per cercare una soluzione alternativa che permetta di ridurre al minimo i disagi per l'utenza. Una collaborazione che dovrebbe portare al rafforzamento dei servizi offerti dal Punto Acqua, già attivo da tempo ma scarsamente utilizzato dagli utenti.

“Lo sportello primario di riferimento per i privernati – continua il Sindaco Delogu – dovrebbe essere quello di Terracina, sito per la precisione in quel di Borgo Hermada. Una decisione quanto meno singolare e penalizzante tutti quei cittadini, in gran parte anziani, non in possesso di un'automobile. L'azienda si è offerta di cercare un compromesso, che dovrebbe portare al rafforzamento dei servizi offerti dal Punto Acqua”.

Il Punto Acqua, aperto il mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e sito in Piazza del Comune, sino ad oggi ha offerto servizi basilari all'utenza, costretta comunque a ricorrere allo sportello per atti amministrativi come l'attivazione di un nuovo contratto, per il subentro e altre pratiche di questo genere. “È nostra intenzione– afferma Angelo Delogu, Sindaco di Priverno – proporre una soluzione per rendere il Punto Acqua più funzionale. Come amministrazione siamo disposti anche a cercare un'altra sistemazione per l'ufficio, rendendolo più fruibile e funzionale per l'utenza; Acqualatina, invece, dovrebbe mettere a disposizione un suo impiegato, magari a giorni alterni, per offrire all'utenza una gamma di servizi più ampia. Se l'azienda è d'accordo, possiamo iniziare a lavorarci su anche da domani”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

  • Incidente sul lavoro a via Monti, lesioni compatibili con la caduta dal ponteggio

Torna su
LatinaToday è in caricamento