Cimitero, piena emergenza: rimangono solo 18 loculi disponibili

È quanto emerso stamattina nell'ultima seduta della Commissione Trasparenza voluta dal presidente Omar Sarubbo per discutere del mancato ampliamento della struttura

È vera e propria emergenza al cimitero di Latina. Stando ai dati che sono stati diffusi questa mattina durante l’ultima seduta della Commissione Trasparenza – e comunicati dall’Ipogeo al Comune – ci sarebbero meno di venti posti disponibili al camposanto del capoluogo.

Dopo quella della scorsa settimana questa seconda seduta è stata voluta dal presidente e consigliere comunale del Pd, Omar Sarubbo, per discutere del mancato ampliamento del cimitero comunale di Latina.

“Oggi la Commissione, infatti, avrebbe dovuto acquisire le carte e la relazione scritta del dirigente che però, a causa del trasferimento in corso degli uffici, ha chiesto una settimana in più di tempo per produrre tutta la documentazione necessaria. Nella seduta della settimana scorsa, il responsabile del procedimento Ingegner Le Donne aveva esposto l’emergenza loculi che si è determinata a causa della mancata approvazione nello scorso mese di maggio della delibera di approvazione del progetto definitivo dell’ampliamento”.

“La discussione è proseguita comunque - spiega Sarubbo - e sono emersi nuovi interrogativi e alcune notizie importanti. Oggi abbiamo saputo che, nonostante alcune legittime comunicazioni a mezzo stampa del sindaco tese a rassicurare in merito alla vicenda, la società Ipogeo ha comunicato al Comune la disponibilità residua di soli 18 loculi. Notizia confermata dal consigliere di Città Nuove Gianni Chiarato che ha effettuato un sopralluogo personalmente. L’emergenza sembra dunque esserci eccome”.

Su richiesta del Consigliere Marco Fioravante, inoltre, il presidente Sarubbo convocherà in audizione nella prossima seduta utile anche il Dirigente dei Servizi Demografici “per chiarire alla Commissione Trasparenza, e dunque a tutta la città – dice ancora il presidente - i passaggi chiave che hanno condotto il Comune a dover sborsare 500mila euro circa a copertura della manutenzione dei loculi che, a causa della mancata redazione di una anagrafe delle sepolture, il gestore non ha potuto riscuotere dai privati”.

La discussione proseguirà la settimana prossima  per “fare completa luce su una vicenda di interesse generale e cruciale per tutta la comunità sotto tutti gli aspetti: economico, sociale, sanitario” concludono Omar Sarubbo e Marco Fioravante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Banda dei furti seriali, in udienza la difesa contesta l'associazione a delinquere

Torna su
LatinaToday è in caricamento