Cimitero, nessuna emergenza per Di Rubbo: “Ci sono 168 loculi”

Smentendo quanto emerso nella seduta di ieri della Commissione Trasparenza, l'assessore parla di una disponibilità di loculi in grado di coprire la sepoltura delle salme per i prossimi 8 mesi

È l’argomento della settimana, l’emergenza loculi al cimitero di Latina. Nella giornata di ieri, al termine della seconda seduta della Commissione Trasparenza sul tema, il presidente Sarubbo e il consigliere comunale Marco Fioravante hanno messo in luce una situazione allarmante, parlando di soli 18 loculi disponibili.

Oggi, dopo l’intervento della scorsa settimana del sindaco di Latina Di Giorgi che aveva cercato di gettare acqua sul fuoco smentendo l’emergenza loculi, ha preso la parola l’assessore Giuseppe Di Rubbo per alcune chiarimenti.

“Vista la delicatezza della questione, ritengo doveroso formulare le seguenti precisazioni:

1) nessuna emergenza loculi esiste: lo scorso mese di settembre abbiamo comunicato la disponibilità di 250 loculi, di questi, in base a quanto prevede la convenzione con il gestore, ne sono stati assegnati i primi 100 al gestore, dei quali ne sono rimasti liberi 18. In totale, quindi, ad oggi vi è la disponibilità immediata di 168 loculi, disponibilità ampiamente sufficiente a garantire la regolare sepoltura delle salme per circa otto mesi, in attesa della prossima realizzazione dei lavori di ampliamento del cimitero e della definizione della convenzione che regola i rapporti tra Comune e gestore privato;

2) la proposta di delibera di ampliamento del cimitero è stata sin da subito oggetto di approfondimento da parte del segretario generale, che ha evidenziato, oltre alla competenza del Consiglio comunale, una serie di criticità legate alla convenzione e alla gestione del cimitero stesso;

3) alla luce di ciò si è costituito un gruppo di lavoro tra dirigenti competenti e inclusa l’avvocatura e il Segretario generale. Obiettivo del gruppo è verificare e superare gli elementi discutibili e critici della Convenzione con il privato, proponendo modifiche della stessa e del regolamento cimiteriale;

4) completato il lavoro e sulla base delle proposte tecniche e dei conseguenti effetti, si procederà ad un confronto con il privato per superare le criticità evidenziate e per migliorare la gestione del cimitero stesso".

"Sin dal suo insediamento, è stata ed è intenzione dell’amministrazione affrontare senza preclusione alcuna le problematiche formali e sostanziali legate alla gestione del cimitero, guardando esclusivamente agli interessi dell’amministrazione e dei cittadini tutti. Ritengo, infine, che non è mai opportuno, anche in campagna elettorale, speculare e strumentalizzare su problematiche così importanti, direttamente legate ai servizi offerti ai cittadini. E’ cinico e sleale speculare su materie come questa, che si rivolge ai cittadini in un momento di sofferenza e di disperazione - ha concluso Di Rubbo -. Sarà interessante, invece, sapere, nei tempi e modi dovuti, chi e perché crea allarmismi”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento