Cisterna: pestaggio del sottufficiale della Finanza, assolto Angelo Fanfarillo

L’imprenditore era accusato di essere il mandante dell’aggressione avvenuta nell’aprile 2014. Otto anni agli esecutori materiali

Si è concluso con l’assoluzione di Angelo Fanfarillo e Gianni Trichei il processo per l’aggressione al luogotenente della Guardia di Finanza Gaetano Reina avvenuta a Cisterna il 15 aprile 2014. 

Il primo Collegio penale del Tribunale di Latina formato dai giudici Gian Luca Soana, Fabio Velardi e Beatrice Bernabei al termine di una lunga camera di consiglio ha emesso la sentenza con la quale i due imputati, chiamati a rispondere  di tentato omicidio in concorso, sono stati assolti per non avere commesso il fatto a fronte di una richiesta di condanna da parte del pubblico ministero a otto anni di reclusione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono invece stati condannati a 8 anni di reclusione ciascuno per tentato omicidio e a risarcire la parte lesa dei danni e delle spese di giudizio Elson Ivanaj e Arbis Vjerdha, autori materiali dell’aggressione. L’imprenditore Fanfarillo era accusato di essere il mandante dell’aggressione subita dal sottufficiale delle Fiamme Gialle che da tempo stava indagando sulle sue diverse attività economiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 nuovi casi: uno è un autista dei bus. La Asl: "Rischio diffusione per presenza di asintomatici"

  • Coronavirus, molti pazienti ex covid presentano sindrome post traumatica da isolamento

  • Coronavirus Anzio, tornano i contagi: tre nuovi casi registrati in città

  • Coronavirus: nel Lazio 12 nuovi casi. In provincia positiva una donna rientrata dal Brasile

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Coronavirus: nessun caso in provincia, 13 nuovi pazienti nel Lazio e 58 guariti

Torna su
LatinaToday è in caricamento