Cisterna: auto sequestrata due volte e ancora in circolazione, maxi multa per la conducente

I controlli della Polizia Locale. Denunciato anche un 54enne: era alla guida di una Smart già sequestrata, priva di assicurazione e con la patente sospesa, poi ha fornito anche false generalità

Proseguono senza sosta i controlli della Polizia Locale di Cisterna che usufruisce ora anche del funzionamento di tutte le telecamere di lettura targhe. Nell’ultimo mese nell’ambito delle attività in città sono stati sequestrati 11 veicoli privi di assicurazione ed altri 30 non revisionati. Due, però, sono i casi eclatanti degni di cronaca. 

Auto sequestrata due volte e ancora in circolazione

In un caso una donna è stata sorpresa a bordo di un Fiat 600 già sequestrata due volte e mai dissequestrata, non assicurata e né revisionata. La pattuglia ha incrociato i dati delle banche dati scoprendo che il veicolo era stato sequestrato dai carabinieri nel 2015 e nel 2017 in quanto priva assicurazione e affidato, come previsto dalla normativa allora in vigore, alla proprietaria, una donna di 54 anni, la quale però ha continuato a circolare per le vie della città. Durante gli accertamenti è stato scoperto inoltre che a seguito dei due sequestri, l'auto era stata confiscata ma mai consegnata dalla proprietaria. Il veicolo è stato sequestrato dalla Polizia Locale e affidato ad un deposito autorizzato dalla Prefettura per la definitiva confisca; per la donna una sanzione di 1.988,00 euro e la revoca della patente di guida.

False generalità durante i controlli

Il secondo caso riguarda un automobilista di 54 anni sorpreso alla guida di una Smart senza copertura assicurativa e, come emerso da ulteriori controlli, già stata sequestrata dalla Polizia Stradale nel settembre del 2017. Non solo, ma nel tentativo di nascondere la verità, il conducente ha fornito agli agenti le generalità del fratello e dagli accertamenti sono emerse anche altre ulteriori infrazioni. Il 54enne guidava nonostante la sua patente fosse stata sospesa perché non erano stati svolti gli esami di revisione ordinati dalla Motorizzazione dopo che aveva azzerato i punti. Il tentativo, risultato vano, di aggirare i controlli è costato all’uomo la denuncia per false generalità a Pubblico Ufficiale e sostituzione di persona. Reati per i quali dovrà rispondere davanti al giudice. Pesanti anche le sanzioni che ammontano ad oltre 2.600,00 euro e la perdita del veicolo che è stato sequestrato e verrà confiscato. Anche in questo caso è prevista la revoca della patente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Episodi preoccupanti"

“I due casi - ha dichiarato il comandante Raoul De Michelis - sono molto preoccupanti. Stanno emergendo situazioni ad alto rischio che cerchiamo di contrastare professionalizzando i nostri operatori ed attivando le strumentazioni di supporto. Vista la recrudescenza del fenomeno in campo nazionale, il legislatore ha inasprito le norme per chi circola con veicoli non assicurati oppure già sequestrati, prevedendo oltre alla revoca della patente anche la confisca del veicolo. Invitiamo ancora una volta gli automobilisti a verificare che il loro veicolo sia in regola con gli adempimenti, il tutto al fine di garantire la propria ed altrui sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento