Cisterna, botte e minacce di morte alla convivente: arrestato dai carabinieri

L’uomo di 53 anni in manette in flagranza di reato; è accusato di maltrattamenti in famiglia

Botte e minacce di morte, in diverse occasioni, nei confronti della compagna: un uomo è stato arrestato dai carabinieri nella giornata di oggi, giovedì 17 gennaio, a Cisterna

A finire in manette, in flagranza di reato, un 53enne del posto accusato di maltrattamenti in famiglia. 

Secondo quanto accertato dai carabinieri, avrebbe aver reiteratamente percosso, minacciato di morte e procurato lesioni personali alla convivente. 

Arrestato, dopo le formalità di rito è stato portato nella casa circondariale di Latina a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento