Omicidio a Cisterna, i sindacati: "La prevenzione un impegno della società"

Sul femminicidio consumato ieri, 10 giugno, intervengono Cgil, Cisl e Uil: "Siamo sempre accanto alle donne che subiscono violenza"

"Occorre ricordare che questa non è la società che vogliamo e alla quale, quotidianamente, cerchiamo di apportare il nostro contributo di assistenza, solidarietà ed eticità; vorremmo che tali distruttive tragedie non caratterizzassero il nostro vivere, già contrassegnato da problematiche sociali, lavorative ed esistenziali". Le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil di Latina intervengono sulla tragedia che ieri, 10 giugno, ha scosso la città di Cisterna, dove Elisa Ciotti, 35 anni, è stata uccisa per mano del marito.

"Apprendiamo con profondo sconcerto, dell’ennesimo femminicidio avvenuto Cisterna - si legge in una nota congiunta - Un evento che ha distrutto una famiglia e che ha riservato al colpevole un futuro di oscurità e di rimorso. Una bambina di dieci anni è stata privata della mamma Elisa, donna di 36 anni, uccisa dalla violenza che non si arresta. Quando viene consumato un simile delitto, la bandiera della solidarietà subisce un doloroso strappo, fa barcollare per la bestialità esercitata nei confronti di un altro essere umano, di una moglie, di una mamma e lascia sgomenti. Ogni volta che succede, ma ogni volta, sperando sia l’ultima, noi siamo qui a dire che c’è più di questo, c’è molto altro. La difesa della società è la prevenzione e la giustizia, ma il cuore della stessa diventerà sempre più arido se non si riuscirà, con gli sforzi di tutti, ad infondere negli individui quei sensi di fratellanza, di sussidarietà e di rispetto che ogni giorno e, in ogni occasione, gridiamo ad alta voce".

"Saremo sempre accanto alle donne che subiscono violenza - dicono ancora i sindacati - per prevenire e fronteggiare mettiamo a disposizione le nostre competenze, affinché non sia solo un problema della vittima, ma deve essere un impegno di tutta la società civile". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

Torna su
LatinaToday è in caricamento