Facebook clonato per rubare e usare crediti di gioco, due indagati

Sono entrambi residenti nella provincia di Latina e ora sono indagati per detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici. Perquisite le loro abitazioni

Per loro l'accusa è di detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici.

Si tratta di due cittadini di nazionalità romena ma residenti nella provincia di Latina che hanno clonato il portale di Facebook e carpito le credenziali, account e password, di ignari utenti che vantavano crediti di gioco maturati dai giochi on-line.

Per questo motivo i loro nominativi sono finiti nel registro degli indagati della Procura di Roma, a seguito di indagini condotte dalla polizia postale e coordinate dal sostituto procuratore Eugenio Albamonte.

Gli accertamenti hanno preso il via da una segnalazione arrivata sul sito istituzionale commissariatodips.it. e, grazie alla collaborazione con rappresentanti del social network, è stato possibile accertare l'esistenza della falsa pagina e di risalire ai responsabili.

I due cittadini romeni hanno già ammesso di aver clonato il portale per utilizzare i crediti di fruitori dei giochi on-line che cercavano di accedere a Facebook, ma ora gli accertamenti puntano a stabilire se ci sia stato un uso diverso delle credenziali sottratte.

Intanto e per trovare altri elementi le abitazioni dei due indagati sono state perquisite oggi dalla polizia postale. Al vaglio degli investigatori, in particolare, i computer dei due romeni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento