“Come una clip può ferire”, uno spot contro il cyberbullismo: premiata la scuola vincitrice

Gli alunni della 3°D dell'Istituto Leonardo Da Vinci di San Felice Circeo hanno vinto il concorso abbinato al progetto "#Liberalalegalità" realizzato dalla Polizia di Stato. Ieri la cerimonia di premiazione

Sono stati gli alunni della classe 3°D dell’Istituto Leonardo Da Vinci di San Felice Circeo ad aggiudicarsi il il primo posto del concorso “Come una clip può ferire”. 

Il concorso, abbinato al progetto di educazione alla legalità “#Liberalalegalità”, quest’anno ha riguardato appunto un aspetto del triste fenomeno del cyberbullismo, ovvero la pratica di pubblicare sui social network foto o filmati ritraenti le vittime in momenti di intimità, violandone il pudore e i principi del rispetto della privacy, con gravi ripercussioni a livello sociale e psicologico.

La commissione che si è riunita lo scorso 10 giugno, presieduta dal Questore di Latina Giuseppe De Matteis, dalla Presidente della Provincia Eleonora Della Penna, dal Capo di Gabinetto della Questura Manuela Iaione e da tutti i realizzatori del progetto, ha deciso di assegnare il primo posto allo spot realizzato dagli alunni della terza 3°D dell’Istituto Leonardo Da Vinci di San Felice Circeo, per la sua efficacia, pertinenza al tema proposto, per le modalità con cui sono state raffigurate gli attori del fenomeno, per la soluzione proposta.

Il progetto è stato realizzato dalla Polizia di Stato, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, e con il prezioso patrocinio della Provincia di Latina; ha coinvolto gli studenti che frequentano le classi terze delle scuole secondarie di primo grado presenti sul territorio di tutta la Provincia di Latina.

Durante la premiazione, avvenuta nell’aula magna dell’istituto di San Felice, ognuno dei giovani partecipanti ha raccontato un po' di se, dei propri sogni, delle proprie speranze, la propria visione del cyberbullismo,  di come ha partecipato al concorso e di quanto abbia apprezzato il lavoro di gruppo.

Ai ragazzi sono andate le tshirts con impresso il loro spot, un pc portatile e la loro opera incorniciata, affinché ne rimanga memoria nella scuola da cui quest’anno usciranno. Lo spot vincitore è stato riprodotto in più manifesti e verrà distribuito presso tutti gli istituti scolastici della provincia, con effigiati i riferimenti della classe che lo ha realizzato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento