Assegno rubato per comprare 300 quintali di legna, in manette

L'uomo, un 47enne originario di Latina, è stato arrestato ieri dai carabinieri di Trevi nel Lazio a Filettino, in provincia di Filettino. Per lui le accuse sono di truffa e ricettazione

L’accusa nei confronti di un uomo di Latina arrestato ieri sera a Filettino, nel Frusinate, è di truffa e ricettazione.
L’uomo, un 47enne del capoluogo, è finito in manette ieri per aver acquistato 300 quintali di legna da ardere utilizzando degli assegni rubati. Il truffatore è stato fermato nella serata di ieri dai carabinieri di Trevi nel Lazio mentre era in compagnia di altre due persone.

Trovati in suo possesso anche altri tre assegni che facevano capo allo stesso blocchetto trafugato che sono stati posto sotto sequestro.

La legna è stata tutta riconsegnata la proprietario vittima della truffa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento