Alternanza scuola-lavoro, si conclude il progetto tra la Questura e il Liceo Da Vinci

L'esperienza ha coinvolto 24 studenti dell'istituto di Terracina. I ragazzi hanno parlato di lotta alla droga, violenza sulle donne e bullismo e hanno visitato i commissariati di polizia a contatto con il lavoro degli agenti

Continua anche quest'anno la collaborazione tra Questura di Latina e il Liceo Leonardo Da Vinci di Terracina, già avviata lo scorso anno. Proprio in questi giorni - alla presenza del vicario del Questore Cristiano Tatarelli, dell’ispettore superiore Tommaso Malandruccolo, del dirigente scolastico Ornella Riciniello, tutor interno degli studenti, dei tutor esterni, del sovrintendente capo Stefano Graziano  e del vice Questore aggiunto Bernardino Ponzo - si è concluso il percorso di alternanza scuola-lavoro per un gruppo di 24 ragazzi del liceo, indirizzi classico e scientifico. 

questura alternanza scuola lavoro2-2

Con un convegno di presentazione dei progetti realizzati,  gli studenti  hanno  parlato di lotta allo spaccio di droga, abuso di alcol, violenza sulle donne, bullismo e cyberbullismo.  Il progetto di alternanza ha visto una prima fase di preparazione teorica, condotta  dagli operatori di polizia nella sede scolastica, durante la quale i ragazzi hanno incominciato a familiarizzare con quello che è il lavoro delle forze dell'ordine. Poi si sono spostati nei  commissariati di Terracina e Fondi dove hanno visitato locali e sezioni , osservato gli operatori nello svolgimento delle loro delicate mansioni, visto e utilizzato strumenti specifici nel lavoro di contrasto all’abuso di alcol e droghe, tra cui l'etilometro e il narcotest. E’ seguito poi a scuola un lavoro  di riorganizzazione del materiale  e di preparazione del prodotto finale con una presentazione in power point degli elaborati sui temi trattati.

Queste le parole di una studentessa, Valeria:  “Dal piccolo punto di vista di una studentessa che ha visto il lavoro svolto dalla Polizia solo attraverso le serie tv, posso dire che l'esperienza in Commissariato è stata illuminante. Non tutto è così semplice come sembra nello schermo. Il lavoro del poliziotto (indipendentemente dalla sua specializzazione) è molto complicato e richiede ampie conoscenze. Mi ritengo, quindi,  molto fortunata ad aver toccato con mano un mondo a me sconosciuto grazie all'interessante lavoro sul tema dell'alcool e della droga (le nuove malattie del secolo che colpiscono proprio noi giovani) portato avanti sotto la guida del Sovrintendente Stefano Graziano”.

Alla giornata conclusiva, che è stata anche l’occasione per consegnare agli studenti gli attestati di partecipazione, hanno partecipato  Umberto Giffeni, Jacopo Marzetti garante dell’infanzia e adolescenza della Regione Lazio, Cecilia Daniele, assistente sociale del dipartimento di Giustizia Minorile di Roma, e gli attori della serie web “La banda della Migliara”, produzionedi Paolo Toselli e Graziano Lanzidei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

Torna su
LatinaToday è in caricamento