Minacce e violenza per ottenere denaro: condannato il clan Ciarelli

Il tribunale di Latina ha considerato Carmine e i fratelli Ferdinando e Pasquale colpevoli per usura ed estorsione. I fatti risalirebbero a sei anni fa

Un totale di dieci anni e tre mesi di reclusione è la condanna che pesa sulla testa della famiglia Ciarelli. La sentenza è stata emessa oggi dal tribunale di Latina e si inserisce nel quadro di un processo per estorsione ed usura. Il giudice ha ritenuto i tre imputati, Carmine Ciarelli e i figli Ferdinando e Pasquale, tutti olpevoli di entrambi i reati condannandoli a 4 anni e 3 mesi il primo, e a tre anni ciascuno gli altri due.

I fatti risalirebbero al 2005; l'inchiesta era scattata a seguito della testimonianza di una donna che aveva raccontato delle frequenti minacce che accompagnavano le richieste dei denaro da parte dei tre.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Terracina, aggredisce madre e figlia davanti all'asilo: arrestato dalla polizia

  • Cronaca

    Latina piange l'avvocato Luciano Marinelli, protagonista del jazz e del basket pontino

  • Cronaca

    Sabaudia, conclusi i lavori: riapre il ponte che collega il centro al lungomare

  • Cronaca

    Identificato il giovane che ieri è annegato al Parco San Marco

I più letti della settimana

  • Dramma a Latina: precipita dal palazzo della Bnl, muore funzionario della banca

  • Tragedia al parco San Marco, giovane annega nel laghetto. I testimoni: “Si è lanciato in acqua”

  • Incidente a Prossedi: nello schianto muoiono Estella e Camilla Aversa, madre e figlia

  • Lavoratore licenziato, Corden Pharma condannata a reintegrarlo

  • Drammatico incidente a Prossedi, scontro tra due auto: muoiono madre e figlia

  • Spesa da “Acqua e Sapone” senza pagare, bloccate due ragazze con i complici

Torna su
LatinaToday è in caricamento