Minacce e violenza per ottenere denaro: condannato il clan Ciarelli

Il tribunale di Latina ha considerato Carmine e i fratelli Ferdinando e Pasquale colpevoli per usura ed estorsione. I fatti risalirebbero a sei anni fa

Un totale di dieci anni e tre mesi di reclusione è la condanna che pesa sulla testa della famiglia Ciarelli. La sentenza è stata emessa oggi dal tribunale di Latina e si inserisce nel quadro di un processo per estorsione ed usura. Il giudice ha ritenuto i tre imputati, Carmine Ciarelli e i figli Ferdinando e Pasquale, tutti olpevoli di entrambi i reati condannandoli a 4 anni e 3 mesi il primo, e a tre anni ciascuno gli altri due.

I fatti risalirebbero al 2005; l'inchiesta era scattata a seguito della testimonianza di una donna che aveva raccontato delle frequenti minacce che accompagnavano le richieste dei denaro da parte dei tre.

Potrebbe interessarti

  • Sperlonga: una statua di sabbia e due palloni rossi giganti per l'uscita di "IT Capitolo Due"

  • Per Ferragosto la tradizionale processione della Madonna Stella Maris, ma non in mare

  • Ponza su Rai5: la perla del Tirreno rivive tra le immagini e i racconti degli isolani

  • Aprilia, in moto la macchina organizzativa per la Festa di San Michele Arcangelo

I più letti della settimana

  • Cisterna, panico dopo la festa di San Rocco: ruba un'auto e a folle velocità attraversa l'isola pedonale

  • Incidente sulla Frosinone-Mare, si aggrava il bilancio delle vittime: muore anche Elisa Sperduti

  • Ritrovato il cadavere di un uomo in un'azienda su via dei Monti Lepini

  • Controlli del Nas negli alloggi per anziani: chiuse tre strutture a Sezze

  • Ispezioni nei ristoranti: chiuso un take away al Circeo, sequestri in una pizzeria-kebab di Latina

  • Formia, malore dopo l'intervento di bendaggio gastrico: muore a 33 anni

Torna su
LatinaToday è in caricamento