Aprilia, ha abusato della sua badante per mesi: condannato a 4 anni

L'83enne con un annuncio su un giornale aveva convinto una giovane di 25 a lavorare per lui come collaboratrice domestica e poi l'aveva costretta a subire le sue violenze

L’avrebbe adescata e convinta a trasferirsi ad Aprilia dove per lei era pronto un lavoro come badante. Ma una volta giunta nella cittadina pontina una giovane ragazza di 25 anni di nazionalità romena sarebbe stata costretta a subire le sue violenze sessuali. Protagonista della vicenda, oltre alla povera vittima, un 83enne di Aprilia che ieri è stato condannato a 4 anni di reclusione.

I fatti risalgono al 2004. Secondo quanto emerso, l’uomo aveva fatto pubblicare su un giornale romeno un annuncio destinato a ragazze disposte a trasferirsi ad Aprilia per lavorare come badanti. La giovane avrebbe accettato e, una volta giunta in casa dell’anziano signore, per lei sarebbe iniziato l’incubo.

Dopo mesi di ripetute violenze sessuali la presunta vittima avrebbe infine denunciato l’83enne, e da allora sono cominciate le indagini.

Ieri dopo 7 anni è arrivato il pronunciamento del Collegio Penale del tribunale di Latina che lo ha condannato a 4 anni di reclusione in carcere per violenza sessuale a fronte dei 5 richiesti dal pubblico ministero.

Si tratta in realtà del secondo processo per lo stesso reato contro l’anziano signore. Il primo nel 2006 che fu annullato per un vizio di forma; ma ora per lui è arrivata la condanna definitiva.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento