Forze dell’ordine di nuovo al Nicolosi: controlli di polizia, carabinieri e finanza

L'operazione interforze scattata nella giornata di ieri, mercoledì 20 luglio; controllati in totale 30 appartamenti ed identificate 65 persone di cui 38 di nazionalità straniera

Ancora controlli nel vecchio quartiere Nicolosi. L’operazione interforze è scattata nella mattinata di ieri, mercoledì 20 luglio, e ha visto a lavoro oltre alla polizia, anche i carabinieri e la guardia di finanza. 

L’attività ha interessato il quadrilatero compreso tra via Filippo Corridoni e via Pasubio.

“La zona interessata è caratterizzata da vecchie case popolari oramai fatiscenti, oggi divenuta un quartiere etnico e multirazziale, abitato soprattutto da cittadini stranieri provenienti dall’est Europa e dal nord Africa” spiegano dalla Questura.

I controlli, in particolare, sono stati indirizzati, oltre alla verifica di eventuali reati penali o violazioni finanziarie, anche ad accertare l'identità e la posizione di chi vive negli alloggi, i requisiti d'idoneità tecnico-sanitaria delle abitazioni, la regolarità dei titoli di affitto, nonché la validità dei permessi di soggiorno degli stranieri. 

Controllati in totale 30 appartamenti ed identificate 65 persone di cui 38 di nazionalità straniera. Prestata particolare attenzione a tutta la documentazione trovata nella loro disponibilità.

Le attività verranno ripetute nelle prossime settimane.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento