Controlli sulle spiagge e in mare: multe, denunce e sequestri alla vigilia di Ferragosto

Attività della guardia costiera di Gaeta contro l'occupazione abusiva di spiaggia libera; dipartisti multati per oltrepassato le boe di segnalazione dell'area riservata alla balneazione. Al Circeo sequestrati 30 chili di pesce a venditore ambulante abusivo

Sono stati intensificati i controlli e le attività da parte della guardia costiera già nei giorni che hanno anticipato il ponte di Ferragosto.

Un’altra operazione è stata eseguita dai militari della guardia costiera di Gaeta nel contrasto all’occupazione abusiva di spiaggia libera: sulla spiaggia dell’Ariana, infatti, hanno accertato che oltre 150 metri quadrati di porzioni di arenile libero erano stati già occupati come se fossero veri e propri stabilimenti balneari attraverso l’arbitrario posizionamento di ombrelloni, sdraio e lettini, senza che gli stessi fossero stati preventivamente noleggiati da bagnanti. 

Identificati gli autori dell’illecita attività, tutto il materiale posizionato abusivamente sull’arenile è stato rimosso e i trasgressori denunciati a piede libero alla competente Procura di Cassino, per il reato di abusiva occupazione del pubblico demanio marittimo. 

“L’obiettivo dei militari operanti impegnati in questo tipo di attività - spiegano dalla Capitaneria di Porto di Gaeta - è stata la tutela della spiaggia libera e della possibilità per il cittadino di poterne fruire liberamente”. 

Nel corso della vigilanza in mare da parte delle motovedette, particolare attenzione è stata posta all’osservanza, da parte dei diportisti, delle norme poste a tutela dei bagnanti nella fascia di balneazione, constatandone la violazione in 6 casi negli specchi acquei antistanti le spiagge di Serapo, Sant’Agostino, Sperlonga e Fondi. Sanzionati i trasgressori che avevano oltrepassato le boe di segnalazione dell’area riservata alla balneazione: multe per loro di oltre 2000 euro.

guardia_costiera_gaeta-6-2

Controlli nel proprio territorio di competenza anche da parte della guardia costiera di Terracina. Nella mattinata di ieri i militari hanno fermato sull’arenile a San Felice Circeo un uomo di circa 50 anni, originario di Giugliano in Campania, intento nella vendita ambulante di frutti di mare, crostacei e cefalopodi senza alcun tipo di autorizzazione. 

Gli uomini del locale ufficio marittimo hanno quindi proceduto al fermo del venditore ambulante ed al successivo sequestro di circa 30 chili di pescato che versava anche in cattivo stato di conservazione. Sul luogo sono intervenuti anche i carabinieri che per quanto di competenza hanno proceduto ad avviare l’iter-procedurale finalizzato all’emissione del foglio di via. 

I CONSIGLI PER UN FERRAGOSTO SICURO - In occasione del ponte di Ferragosto, la guardia costiera ha anche rivolto proprio appello a bagnanti e dipartisti, invitando alla prudenza ed al buon senso di tutti coloro che trascorreranno una giornata di mare lungo il litorale del sud pontino.

I CONSIGLI DELLA GUARDIA COSTIERA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento