Blitz dei carabinieri a Cisterna, controlli a tappeto a San Valentino

Perquisizioni nel quartiere popolare; controllati edifici, per trovare armi, droga o esplosivi, ed esercizi coimmerciali. Rinvenuti celati in un'abitazione 30mila euro di dubbia provenienza

Risveglio amaro per gli abitanti del quartiere di San Valentino a Cisterna messo in ginocchio dalle forze dell'ordine.

Questa mattina un centinaio di militari del reparto territoriale di Aprilia, con l’ausilio dei coleghi del capoluogo, delNucleo Cinofili di Roma, delle compagnie di intervento operativo dell'8° reggimento di Roma e del 4° battaglione di Mestre, hanno eseguito una serie di controlli e verifiche, disposti dal comando provinciale dei carabinieri di Latina, nei confronti di circa 100 persone alla ricerca di armi, droga ed esplosivi.

Perquisizioni domiciliari a tappeto nell’intero quartiere popolare, a danno di 12 soggetti pregiudicati per vari reati. Al termine delle attività sono stati denunciati in stato di libertà all'autorità giudiziaria D. A., 56enne, per furto di energia elettrica e una donna di 52 anni per contraffazione di assicurazione.

In particolare all’interno di un'abitazione sottoposta a perquisizione e appartenente a soggettio già noti alle forze dell'ordine, sono stati rinvenuti uno scanner utilizzato per le bonifiche ambientali e, celati in un’intercapedine del divano, circa 30mila euro in contanti. Gli agenti sono a lavoro per cercare di risalire all’origine del denaro.

Durante le operazioni dei carabinieri sono poi stati segnalati alla Prefettura di Latina, quali assuntori di sostanze stupefacenti, anche quattro soggetti poiché trovati in possesso di hashish e marijuana, sequestrati quattro autoveicoli per mancata revisione o copertura assicurativa, in ragione delle quali sono state ritirate le relative carte di circolazione, e sottoposto a fermo amministrativo un motociclo per mancato uso del casco protettivo.

Infine personale del NAS Carabinieri di Latina ha sottoposto a controllo tre esercizi commerciali contestando violazioni amministrative per reati di inadeguatezza delle procedure di autocontrollo igienico-alimentare, non conformità strutturali dei locali di somministrazione, contestando le violazioni amministrative ammontanti a 4mila euro e disponendo l’adeguamento dei requisiti igienico strutturali alle norme di settore.

Ha partecipato alle operazioni anche un elicottero partito dalla base di Pratica di Mare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

Torna su
LatinaToday è in caricamento