Sosta selvaggia, prive di assicurazione o revisione: controlli sulle strade con il Munipol

Lo strumento fino ad ora usato a Latina principalmente nei posti di blocco per individuare le autovetture sprovviste di assicurazione e/o di revisione. Nel 2016 la Polizia Locale ha elevato circa 600 verbali

Controlli sulle strade più mirati a Latina: la Polizia Locale, infatti, è in possesso del  Munipol, uno strumento che consiste di un hardware (telecamera, processore e tablet) e di software capace di molteplici funzioni tra cui la lettura delle targhe automobilistiche e il confronto in tempo reale col database nazionale che segnala le autovetture rubate, oppure sprovviste di assicurazione o di revisione, oppure di multare le auto parcheggiate in doppia fila o sulle strisce pedonali o in divieto di sosta.

Nel database possono essere inserite delle “white list” (ossia le targhe autorizzate a fare qualcosa, ad esempio ad accedere alla Ztl) e delle “black list” (ad esempio morosi, o recidivi). L’apparato può essere montato su una macchina della Polizia Locale o può essere trasportato a mano o montato su un cavalletto. Per l’utilizzo su autovettura servono due agenti, uno alla guida mentre l’altro utilizza l’apparato.

“Acquisito qualche anno fa - si legge in una nota di Latina Bene Comune -, il Munipol viene oggi usato principalmente nei posti di blocco come strumento per individuare le autovetture sprovviste di assicurazione (art. 193 del CDS) e/o sprovviste di revisione (art. 80 del CDS). Nel 2016, grazie al Munipol la Polizia Locale di Latina ha elevato circa 600 verbali ciascuno dei quali ammonta a 800 euro nel caso di mancanza della copertura assicurativa, e di 160 euro nel caso di revisione scaduta.

All’interno del corpo della Polizia Locale è stato istituito il Gruppo di Intervento Tecnologico (GIT) che prioritariamente si occupa dell’uso delle nuove tecnologie tra cui il Munipol. Resta inteso che qualsiasi Agente può usare l’apparato le cui funzionalità sono molti semplici”.

Nella commissione Comunale Trasporti e Sicurezza del 28 febbraio scorso, la relazione del Col. Francesco Passaretti, Comandante della PL, ha evidenziato che l’apparato Munipol possiede molte potenzialità alcune delle quali oggi non vengono utilizzate. "Stante la drammatica situazione di illegalità che attanaglia Latina e la cronica scarsità di agenti, la commissione ha raccomandato al Comandante e all’assessore di riferimento un uso estensivo del Munipol al fine di ripristinare la legalità nelle strade cittadine, combattendo principalmente il fenomeno diffusissimo della sosta selvaggia sulle strisce pedonali".

“La legalità a Latina deve diventare un’abitudine”, ha commentato il consigliere Salvatore Antoci di Latina Bene Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • Trovato con cocaina e hascisc ammette tutto: "Dovevo pagare debiti di droga"

Torna su
LatinaToday è in caricamento